Asia

Hong Kong, economia a rischio-surriscaldamento

L’economia di Hong Kong rischia il surriscaldamento. E lo dimostra il fatto che il debito privato ormai abbia raggiunto la quota record del 61% del Pil. A lanciare l’allarme, riportato dall’agenzia Bloomberg, è Norman Chan, a capo dell’Autorità monetaria della regione asiatica...
L’economia di Hong Kong rischia il surriscaldamento. E lo dimostra il fatto che il debito privato ormai abbia raggiunto la quota record del 61% del Pil. A lanciare l’allarme, riportato dall’agenzia Bloomberg, è Norman Chan, a capo dell’Autorità monetaria della regione asiatica.
«I consumi e il debito privato hanno decisamente superato la crescita economica complessiva» ha dichiarato nella giornata di oggi alle autorità asiatiche, parlando di rischi per la «stabilità macroeconomica». Secondo le ultime stime di Bloomberg, per il primo trimestre di quest'anno l'economia di Hong Kong potrebbe essere cresciuta del 2,5% rispetto all'anno precedente. Si tratterebbe dello stesso ritmo registrato alla fine del 2012.
Il boom del mercato immobiliare è stato momentaneamente frenato dalle misure straordinarie prese nel mese di febbraio dai regolatori: il calo dei prezzi del mattone è stato il più consistente degli ultimi tre anni. Ma - ha precisato Chan - è ancora troppo presto per poter dire che il trend di crescita, che proseguiva a ritmi record da diversi mesi, sia stato stabilmente invertito. Tanto più perché i tassi d'interesse restano molto bassi. Pertanto - ha continuato - le autorità devono continuare a vigilare, per intervenire nuovamente se necessario.  
3 Maggio 2013
Valentina Neri    @ neri@valori.it