Ambiente

Aumentano le foreste nel mondo. Ma non basta

Nell’ultimo decennio è aumentata esponenzialmente la quota di superficie terrestre coperta da vegetazione. Ma questo non è bastato a compensare i danni della deforestazione...

Di Valentina Neri


Nell’ultimo decennio è aumentata esponenzialmente la quota di superficie terrestre coperta da vegetazione. Ma questo non è bastato a compensare i danni della deforestazione. La sconfortante verità arriva da un report citato dal The Independent.
Gli studiosi stimano infatti che la vegetazione sulla Terra, negli ultimi anni, sia aumentata in superficie del 10, 7%. Soprattutto in in Cina, Russia, Africa e Australia. La notizia di per sé è positiva ma, ricorda il quotidiano d’Oltremanica, è bene non esagerare con gli entusiasmi. La nuova vegetazione infatti immagazzina un’enorme quantità di CO2, che però corrisponde soltanto al 7% dei 60 miliardi di tonnellate che sono stati immessi nell’atmosfera nello stesso periodo e che sono destinati a restarvi per secoli.
Quest’enorme volume di emissioni è dovuto soprattutto alla scomparsa delle foreste pluviali. I “ polmoni verdi” del Pianeta, infatti, nella maggioranza dei casi sono composti da flora di qualità incomparabile a quella delle foreste di recente sviluppo. Tutelare le foreste tropicali e ridurre le emissioni di origine antropica, concludono dunque gli studiosi, sono temi che devono rimanere come assolute priorità.

Foto di Shao (Wikimedia Commons)

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile