Finanza etica

Azionariato critico: Banca Etica, Greenpeace e Crbm bocciano la politica di Enel

Intervenendo all’assemblea degli azionisti del colosso energetico, le tre organizzazioni hanno chiesto di rinunciare ai progetti della centrale nucleare di Mochovce e delle dighe ...

Di Redazione


Giornata movimentata, oggi, all’assemblea degli azionisti di Enel. Fondazione Culturale Responsabilità Etica, con il sostegno di Greenpeace e di Crbm (Campagna per la riforma della banca mondiale) sono intervenute per portare all’attenzione di management e investitori un documento di forte critica alla politica energetica del Gruppo, troppo orientata su fonti inquinanti e pericolose come carbone e nucleare.

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile