Finanza etica

Bank of Japan, sale a 15 miliardi di euro l'acquisto di bond governativi

Ampie manovre della banca centrale del Giappone (BoJ) per scongiurare il rischio di un inasprimento del credit crunch: dopo aver annunciato un finanziamento da mille ...

Di Redazione


Ampie
manovre della banca centrale del Giappone (BoJ) per scongiurare il
rischio di un inasprimento del credit crunch. Come riferiscono questa
mattina l’agenzia Bloomberg e il Financial Times, dopo aver annunciato
un finanziamento da mille miliardi di yen alle banche con l’acquisto di
bond subordinati, BoJ aumenterà l’acquisto mensile di bond governativi
fino a 1800 miliardi di yen (15 miliardi di euro). Una mossa che,
insieme alla conferma dei tassi di riferimento allo 0, 1%, ha l’intento
di aumentare la liquidità nel mercato giapponese e agevolare così la
ripresa economica, che secondo il Fondo monetario internazionale farà
registrare nel 2009 la peggiore performance tra le grandi economie
mondiali. 
Tale
strategia, giudicata dalla stessa Bank of Japan una «misura
estremamente straordinaria», segue l’annuncio da parte della Swiss
National Bank di un intervento nel mercato monetario svizzero e la
scelta di Bank of England di acquistare bond del governo inglese.
Secondo alcuni rumors, inoltre, la strada potrebbe essere percorsa
anche dalla Federal Reserve statunitense. Al vertice della Fed,
infatti, la discussione sulle manovre è aperta: secondo alcuni si
potrebbe agire con strategie simili a quelle giapponesi, a sostegno
della valuta, mentre il presidente Ben Bernanke punta sul sostegno a
precisi settori del credito.

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile