Finanza etica

Bloomberg: un mondo di tassi minimi

Le banche centrali di tutto il mondo continuano a innaffiare di liquidità le economie nazionali con una politica monetaria espansiva basata sull’applicazione di tassi ...

Di Matteo Cavallito
La sede della Federal Reserve. Foto: Dan Smith Wikimedia Commons
La sede della Federal Reserve. Foto: Dan Smith Wikimedia Commons
La sede della Federal Reserve. Foto: Dan Smith Wikimedia Commons

Le banche centrali di tutto il mondo continuano a innaffiare di liquidità le economie nazionali con una politica monetaria espansiva basata sull’applicazione di tassi minimi. Lo ha segnalato nei giorni scorsi Bloomberg fotografando l’attuale contesto globale alla vigilia dell’atteso annuncio della Banca d’Inghilterra (poi tradottosi nel mantenimento dei tassi allo 0, 5%).

“Le banche centrali che regolano 3/5 dell’economia mondiale stanno distribuendo denaro con tassi pari o inferiori all’1%” scrive l’agenzia sottolineando come le aspettative generali dei traders implichino un probabile abbassamento del costo del denaro in 20 dei 33 Paesi che compongono un campo di osservazione capace di coprire da solo il 40% del Pil globale.

Le economie soggette a tassi compresi tra lo 0 e l’1%, osserva Bloomberg, valgono ben 24 trilioni di dollari; 12 trilioni quelle soggette a un costo del denaro nullo, 5.300 miliardi quelle caratterizzate da tassi negativi. Altri 18 trilioni di dollari, evidenzia l’agenzia, rappresentano il Pil dei Paesi caratterizzati da un tasso compreso tra l’1 e il 5%.

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile