Ambiente

BP: al picco del petrolio mancano 20 anni

Il consumo globale di petrolio crescerà del 10% nei prossimi vent’anni fino a toccare il suo picco definitivo sul finire del quarto decennio del secolo. ...

Di Matteo Cavallito
Pozzo di petrolio, impianto di estrazione petrolifera all'imbrunire. CC0 Public Domain da Pixabay.com
Pozzo di petrolio, impianto di estrazione petrolifera all’imbrunire. CC0 Public Domain da Pixabay.com

Il consumo globale di petrolio crescerà del 10% nei prossimi vent’anni fino a toccare il suo picco definitivo sul finire del quarto decennio del secolo. Lo sostiene un’analisi di BP ripresa dalla BBC nella sua edizione online. Particolarmente significativo lo sviluppo delle fonti rinnovabili, capaci di coprire oltre il 40% dell’incremento della domanda energetica nei prossimi anni. I consumi di energia pulita, rileva ancora BP, aumenteranno di cinque volte da qui al 2040. A contribuire all’inversione di tendenza del petrolio, segnala ancora la compagnia, sarà anche la crescita dell’efficienza energetica dei trasporti.

 

Buona parte delle previsioni si concentra sui mercati emergenti. Nei prossimi 15 anni l’India sorpasserà la Cina diventando così il primo consumatore globale di energia. Entro il 2040 i due Paesi copriranno da soli circa la metà della domanda energetica globale. Quanto agli obiettivi di contrasto al riscaldamento globale, in ogni caso, molto resta ancora da fare. Secondo BP, per rispettare i piani fissati dall’accordo di Parigi il consumo globale di petrolio dovrebbe calare almeno a quota 85 milioni di barili giornalieri, 15 milioni in meno rispetto al livello attuale.

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile