Food Policy, patto sul cibo per città sostenibili

di Andrea Vecci Urban Food Policy Pact: Milano ha approva la sua politica per il cibo e convoca altre 100 città per fare altrettanto Il consiglio ...

Di Corrado Fontana
Consiglio comunale del Comune di Milano con il sindaco Giuliano Pisapia
Consiglio comunale del Comune di Milano con il sindaco Giuliano Pisapia

di Andrea Vecci

Urban Food Policy Pact: Milano ha approva la sua politica per il cibo e convoca altre 100 città per fare altrettanto

Il consiglio comunale di Milano ha approvato il documento di indirizzo della Food Policy della città: si tratta del primo caso italiano di una vera e propria politica cittadina per il cibo che declina nel nostro contesto esperienze già consolidate da altre città come Toronto e New York.

E’ l’esito di un percorso nato un anno e mezzo fa, quando il Comune e la Fondazione Cariplo hanno iniziato ad analizzare la città e il suo ciclo alimentare, ed è continuato coinvolgendo più di 700 persone: ricercatori, imprese, Terzo Settore e cittadini. Il risultato è un documento di indirizzo che punta al 2020, che verrà attuato dall’Amministrazione, dalle sue società partecipate e che, in futuro, si allargherà alla Grande Milano. A vigilare ci sarà anche un ‘Consiglio metropolitano del cibo’: una sorta di consulta che sarà composta da esperti e da cittadini.

logo Food Policy Milan
logo Food Policy Milan

Sui temi della Food Policy si è sviluppato anche un dialogo internazionale: tra meno di quarant’anni quasi il 70 per cento della popolazione mondiale vivrà in città e la sfida di come “nutrire il pianeta”, lanciata da Expo 2015, si vincerà o si perderà all’ombra di un grattacielo o tra le lamiere di uno slum. Milano ha raccolto questa sfida chiamando a raccolta città di tutti i continenti per scrivere insieme il Milan Urban Food Policy Pact: il patto sulle politiche alimentari urbane che sarà firmato a Palazzo Reale il 15 ottobre 2015 e consegnato il giorno successivo nelle mani del segretario generale dell’Onu Ban-ki Moon.

Per un anno 50 aree urbane da Parigi a San Paolo, da Londra a Dakar, da Medellin a Shanghai, da Torino a Melbourne, hanno lavorato insieme a Milano per scrivere il Patto, cui hanno già aderito cento città. L’idea di fondo è quella di costituire una rete di amministrazioni locali intenzionate a lottare contro lo spreco, ad assicurare un pasto a tutti i cittadini a promuovere stili alimentari più salutari per l’uomo e l’ ambiente: il tutto per contribuire ad un mondo più sostenibile partendo dalle città.

Molti di questi temi sono stati analizzati nel libro Food & The Cities di Andrea Calori e Andrea Magarini, pubblicato da Edizioni Ambiente e che ha ispirato la Food Policy di Milano e l’Urban Food Policy Pact.

Per approfondire:

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile