Finanza etica

Il club dei miliardari vale 6 trilioni di dollari

Nel corso del 2016 il numero degli esseri umani con un patrimonio individuale superiore al miliardo di dollari è aumentato di 145 unità portando il conto totale del ...

Di Matteo Cavallito
Bill e Melinda Gates ritratti a Oslo nel 2009. Foto: Kjetil Ree, Wikimedia Commons
Bill e Melinda Gates ritratti a Oslo nel 2009. Foto: Kjetil Ree, Wikimedia Commons

Nel corso del 2016 il numero degli esseri umani con un patrimonio individuale superiore al miliardo di dollari è aumentato di 145 unità portando il conto totale del club a quota 1.542 persone. La loro ricchezza complessiva è passata da 5,1 a 6 trilioni di dollari, una cifra superiore al Pil del Giappone. Lo scrive la CNBC nella sua edizione online citando l’ultimo rapporto congiunto di UBS e PricewaterhouseCoopers (PwC). Il dato segnala così una crescita patrimoniale del 17,6%, ritmo di espansione, quest’ultimo, che supera si due volte quello dell’indice azionario globale MSCI AC World Index e di tre volte il tasso di crescita del Pianeta (5,8%).

Dietro all’eccezionale performance dei super ricchi, evidenzia la CNBC, c’è la forte espansione dei principali mercati finanziari: borse, materie prime, immobiliare e investimenti tecnologici. Oggi, prosegue l’emittente Usa citando ancora il rapporto, l’Asia mantiene un numero di miliardari superiore a quello degli Stati Uniti che, con 563 esponenti della categoria per una ricchezza complessiva di 2,8 trilioni di dollari, resta comunque il Paese più rappresentato nel club. I miliardari cinesi sono “solo” 318 ma la crescita della loro presenza è impressionante. Nel 2016 la Cina ha aggiunto all’elenco 67 nuovi miliardari contro i 25 degli Stati Uniti. Le matricole europee sono state appena tre.

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile