Commodities, crollano gli introiti delle banche nel primo trimestre

Nel primo trimestre di quest'anno, i ricavi da transazioni in commodities delle dieci maggiori banche al mondo sono crollati del 33% rispetto all'anno precedente. A dimostrarlo è ...

Nel primo trimestre di quest’anno, i ricavi da transazioni in commodities delle dieci maggiori banche al mondo sono crollati del 33% rispetto all’anno precedente. A dimostrarlo è un rapporto pubblicato dalla società di ricerca londinese Coalition.
Complessivamente, tali introiti si sono aggirati intorno ai 2 miliardi di dollari, rispetto ai circa 3 miliardi registrati nell’anno precedente. Un dato che conferma le dichiarazioni rilasciate ad aprile dal direttore finanziario di Goldman Sachs David A. Viniar, secondo il quale la minore volatilità del mercato ha ridotto significativamente le opportunità di ricavi. “A contribuire a tale declino – si legge nel report di Coalition – è stata la bassa performance nel campo dell’energia, in particolare del gas, che ha subito l’impatto di un’abbondanza di offerta”.
Le banche monitorate dal rapporto sono Bank of America, Barclays, Citigroup, Credit Suisse, Deutsche Bank, Goldman Sachs, JPMorgan Chase, Morgan Stanley, Royal Bank of Scotland e UBS. I portavoce di tutti gli istituti hanno preferito non rilasciare commenti in merito.