Finanza etica

Credit crunch: previsioni negative da RBS

Pur ammettendo che l’istituto sta scontando in parte gli effetti della crisi, Goodwin ha comunque rassicurato i suoi azionisti circa la performance di quella ...

Di Redazione


Gli effetti della crisi del credito continueranno a manifestarsi almeno per un altro anno. Lo ha sostenuto il numero uno di Royal Bank of Scotland Fred Goodwin con una serie di dichiarazioni riportate oggi dal quotidiano britannico Guardian. Pur ammettendo che l’istituto sta scontando in parte gli effetti della crisi, Goodwin ha comunque rassicurato i suoi azionisti circa la performance di quella che resta la più grande banca privata europea. Buone notizie per RBS vengono in particolare dall’olandese ABN Amro, l’istituto acquistato lo scorso anno che si sta rendendo protagonista di prestazioni finanziarie migliori del previsto. RBS attende ora di poter completare la vendita della propria divisione assicurativa che comprende, tra gli altri, i marchi Direct Line e Churchill. Il settore è stato messo sul mercato nell’aprile scorso con un prezzo di vendita fissato a 7 miliardi di sterline. Goodwin si è detto convinto della buona riuscita dell’affare escludendo la possibilità di uno “sconto” sul prezzo.

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile