Danske Bank, annunciato il taglio di 3 mila posti di lavoro

I posti di lavoro nel settore bancario sono a rischio anche nel nord Europa: lo dimostra Danske Bank, una delle più importanti banche danesi...

I posti di lavoro nel settore bancario sono a rischio anche nel nord Europa: lo dimostra Danske Bank, una delle più importanti banche danesi, che ha appena reso noto un piano per tagliare 3 mila unità e vendere azioni per il valore di 7 miliardi di corone, pari a 1, 2 miliardi di dollari. L’obiettivo – spiega l’agenzia Bloomberg – è quello di incrementare i propri cuscinetti di capitale.
I risultati trimestrali dell’istituto segnano un netto miglioramento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, con un utile netto di 1, 31 miliardi di corone rispetto a una perdita, nel terzo trimestre del 2011, di 384 milioni. Ma l’obiettivo è quello di arrivare a un core Tier 1 ratio superiore al 13% entro la fine del prossimo anno e a un return on equity per gli investitori pari al 12% entro la fine del 2015. Anche a scapito dei posti di lavoro: inizialmente si pensava a un taglio di circa 2 mila addetti, ma pare che il bilancio sarà ancora più pesante.