Ambiente

Disastro del fiume Dan, Duke Energy accantona 100 milioni di dollari

Duke Energy sta accantonando 100 milioni di dollari in vista di un probabile patteggiamento per l’indagine sull’inquinamento da ceneri di carbone nel North Carolina. ...

Di Valentina Neri


Duke Energy sta accantonando 100 milioni di dollari in vista di un probabile patteggiamento per l’indagine sull’inquinamento da ceneri di carbone nel North Carolina. Ad annunciarlo nella giornata di ieri è stata l’azienda, durante la presentazione dei risultati del trimestre.
L’indagine delle autorità federali è stata intrapresa a partire dal mese di febbraio 2014, quando una centrale elettrica di Duke Energy ha riversato nel fiume Dan 39 mila tonnellate di ceneri di carbone e 102 milioni di litri di liquami di carbone, ricoprendo il letto e le sponde del fiume per più di 100 km. Le polveri di carbone – ricorda il Los Angeles Times, che riporta la notizia – contengono arsenico, piombo, mercurio e metalli pesanti che possono contaminare l’acqua di falda e i fiumi, oltre a inquinare l’aria.
In seguito all’incidente sul fiume Dan, un gran giurì federale di Raleigh ha avviato le indagini su diverse operazioni della società nel North Carolina. E proprio ieri Duke Energy ha fatto sapere di aver iniziato le trattative con le autorità, per chiudere la questione con un patteggiamento. 100 milioni di dollari, ha dichiarato, sono “la stima della probabile esposizione finanziaria” ad esso legata.

Foto: Andrew Simpson 
Fonte: Wikimedia Commons

 

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile