Parte 6

Donne, se la finanza sta diventando più responsabile è merito loro

Un'analisi DOXA rivela: sono più propense agli investimenti sostenibili e attente ai loro effetti a lungo termine. Un approccio sempre più diffuso fra i risparmiatori

Di Emanuele Isonio
Parità di genere, donne al lavoro, donna manager. CC0 Creative Commons da Pixabay.com

«Se Lehman Brothers si fosse chiamata Lehman Sisters tutto sarebbe andato molto diversamente». La provocazione è della presidente del Fondo Monetario Internazionale, Christine Lagarde. Ed è forse la sintesi migliore dell’effetto che l’impronta femminile dimostra di avere in campo finanziario. Le donne hanno un’altra visione del mondo, si sa. Quello che forse non si sapeva è che essa si riverbera – positivamente – sullo stile degli investimenti.

A confermarlo è una ricerca presentata in Senato da Doxa sulla propensione all’investimento sostenibile delle risparmiatrici italiane, evento di apertura della Settimana SRI 2018, organizzato dal Forum per la Finanza sostenibile.

Cosa viene in mente quando si parla di investimenti responsabili? FONTE: Indagine Donne e Finanza sostenibile 2018 - DOXA Forum Finanza Sostenibile
Cosa viene in mente quando si parla di investimenti responsabili? FONTE: Indagine Donne e Finanza sostenibile 2018 – DOXA Forum Finanza Sostenibile

Donne più prudenti e attente al sociale

«Dall’analisi – spiega Simone Pizzoglio, Head of Department Data Science & Customer Experience di Doxa – emerge che le donne sono piùpropense a prediligere investimenti a basso rischio (59% a fronte del 49% degli uomini) e hanno una maggior sensibilitàper i temi ambientali, sociali e di governance (ESG), soprattutto se legati agli aspetti sociali legati al genere. Inoltre, tra le investitrici è stata registrata una maggiore propensione a investire in prodotti d’investimento socialmente responsabili (SRI)».

In particolare, il 77% delle intervistate dall’istituto di ricerca (604 donne cui si aggiungono 406 maschi tra 25 e 64 anni che hanno investito nell’ultimo anno risparmi per almeno mille euro) ritiene che i temi ambientali, sociali e di governance siano importanti nel mondo della finanza: l’8% piu degli uomini.

Indagine DOXA Forum Finanza Sostenibile
Cosa influisce nella scelta degli investimenti? FONTE: Indagine Donne e Finanza sostenibile 2018 – DOXA Forum Finanza Sostenibile

«Questi dati – commenta Francesco Bicciato, segretaro generale del Forum Finanza sostenibile – evidenziano come le donne si preoccupino maggiormente per gli impatti che le attuali scelte avranno sul futuro e sulle nuove generazioni».

«Quando le donne vengono chiamate a intervenire in momenti di turbolenza è perché hanno dimostrato di avere autocontrollo, senso di responsabilità e una forte dose di pragmatismo» ha commentato invece Anna Fasano, vicepresidente di Banca Popolare Etica.

3 donne su 4 premiano le aziende attente alla conciliazione vita-lavoro

Per quanto concerne le tematiche sociali legate al genere, il 76% delle donne dichiara che la presenza di programmi contro la disparità salariale e dedicati alla conciliazione lavoro/famiglia influenza le proprie scelte di investimento, a fronte del 57% degli uomini per i programmi contro la disparità salariale e del 63% per i programmi dedicati alla conciliazione lavoro/famiglia.

L’esistenza di politiche del personale volte a garantire le pari opportunitàe la sicurezza delle donne sul lavoro sono elementi considerati rilevanti dal 76% delle donne e solo dal 60% degli uomini.

E anche la presenza di donne nei Consigli di Amministrazione e tra i vertici aziendali èconsiderata importante rispettivamente per il 65% e per il 66% delle donne. Le percentuali, tra gli uomini sono di venti punti percentuali inferiori, pari al 44% al 43% tra gli uomini.

Quanto sono importanti le tematiche di genere negli investimenti? FONTE: Indagine Donne e Finanza sostenibile 2018 - DOXA Forum Finanza Sostenibile
Quanto sono importanti le tematiche di genere negli investimenti? FONTE: Indagine Donne e Finanza sostenibile 2018 – DOXA Forum Finanza Sostenibile

Tra le leve d’investimento, anche la compatibilità tra i propri valori e quelli delle aziende investite è considerata un aspetto rilevante più per le donne (76% a fronte del 67% degli uomini). La pubblicazione dei bilanci di sostenibilità da parte delle aziende investite è giudicata importante per le scelte d’investimento del 68% degli uomini e del 75% delle donne. E una su quattro la considera «molto importante».

Gender Gap, una tassa occulta da 5mila miliardi

Un bacino potenziale per le banche etiche

Altro aspetto interessante è che le donne, più degli uomini (anche se la differenza non è enorme) sono più disposte ad abbandonare la propria banca per trasferire i propri risparmi in un altro istituto se quest’ultimo offrisse prodotti di investimento responsabile.

Propensione a cambiare banca in funzione dell'attenzione ai temi ESG FONTE: Indagine Donne e Finanza sostenibile 2018 - DOXA Forum Finanza Sostenibile
Propensione a cambiare banca in funzione dell’attenzione ai temi ESG FONTE: Indagine Donne e Finanza sostenibile 2018 – DOXA Forum Finanza Sostenibile

A frenare la crescita del comparto della finanza responsabile ci sono però ostacoli non di poco conto. Un mix di leggende metropolitane e tanta tanta impreparazione.

Da parte delle famiglie investitrici e della stampa generalista. Ancora molto diffusa è ad esempio la convinzione che la finanza sostenibile farebbe salire la rischiosità degli investimenti. «È sicuramente un elemento non positivo. Colpa di un’informazione sul tema ancora imprecisa. I fondi che usavano criteri ESG sono perfettamente in linea con gli altri fondi e anzi in alcuni casi mostrano performance anche migliori» osserva Bicciato.

«Le persone hanno iniziato a capire che non è solo una cosa che fa bene ma perché è un modo per garantire i propri risparmi» aggiunge Pizzaglio. «Le aziende che sono attente alla responsabilità sociale infatti sono più al riparo da scandali che possono riverberarsi sulle performance aziendale e sul valore delle azioni».

Ma preparazione e informazione sono ancora scarsa

C’è poi un problema di scarsità di adeguata informazione sull’esistenza degli investimenti responsabili e sulle garanzie che essi offrono in termini di rendimento e di sviluppo sostenibile.

Livello di preparazione sugli investimenti responsabili FONTE: Indagine Donne e Finanza sostenibile 2018 - DOXA Forum Finanza Sostenibile
Livello di preparazione sugli investimenti responsabili FONTE: Indagine Donne e Finanza sostenibile 2018 – DOXA Forum Finanza Sostenibile

Il 75% degli intervistati, senza sostanziali differenze di genere tra uomini e donne, ammette di essere poco o per niente informato su tali prodotti finanziari. Un problema che di fatto limita l’inclusione finanziaria dei cittadini e il contributo che essi possono dare per la transizione verso un’economia e una finanza positiva per società e ambiente.

E proprio la carenza di informazioni è segnalato come maggiore ostacolo alla diffusione dei prodotti d’investimento sostenibile. «Tra gli intervistati, il bisogno informativo emerge chiaramente. È un aspetto trasversale rispetto al genere e un elemento fondamentale per la diffusione dei prodotti SRI» conclude Pizzaglio.

Cosa ostacola la diffusione degli investimenti socialmente responsabili? FONTE: Indagine Donne e Finanza sostenibile 2018 - DOXA Forum Finanza Sostenibile
Cosa ostacola la diffusione degli investimenti socialmente responsabili? FONTE: Indagine Donne e Finanza sostenibile 2018 – DOXA Forum Finanza Sostenibile

«Si conferma, infatti, la necessità di un coinvolgimento crescente di media, istituzioni, operatori finanziari e reti di vendita. Informare, promuovere e diffondere i prodotti SRI è necessario. Ma è al tempo stesso urgente stimolare una crescente cultura degli investimenti sostenibili e responsabili in un mercato maturo e tra risparmiatori sempre più attenti agli impatti ambientali e sociali dei propri investimenti e prodotti di risparmio».

Investimenti responsabili: l’Europa si fa strada. Oltre 9 mila miliardi per alcune categorie

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile