Valori di settembre è qui: non solo Cina…

È arrivato in redazione oggi Valori di settembre, ed eccovi come sempre tutte le anticipazioni ai principali contenuti del giornale, che entro pochi giorni sarà distribuito ...

Di Corrado Fontana
Le prime copie di Valori 131 settembre 2015 fresche di stampa e appena giunte in redazione
Copertina Valori settembre 2015 con dossier sulla Cina
Copertina Valori settembre 2015 con dossier sulla Cina

È arrivato in redazione oggi Valori di settembre, ed eccovi come sempre tutte le anticipazioni ai principali contenuti del giornale, che entro pochi giorni sarà distribuito in vendita e giungerà per posta agli abbonati…

Proprio mentre nella calda estate globale Bank of China lanciava la sua “bomba” al mondo finanziario dalla (tre svalutazioni dello yuan in poche ore, una prima assoluta) e le Borse di Pechino e Shanghai cadevano ripetutamente, andava in stampa il nuovo numero di settembre. Una conferma di ciò che Valori prefigurava con il  dossier pubblicato su valori 97 a marzo 2012, e che oggi ci ha spinto a riprendere quella riflessione con un nuovo dossier in cui del gigante asiatico analizziamo prospettive future, bolle speculative che rischiano di minarne la stabilità, crisi di crescita e pericoli per il consenso sociale, tra sfide economiche e profonde questioni ambientali e di disuguaglianza diffuse da affrontare.

Ma sul giornale di settembre troverete anche molto altro.

A cominciare dalla sezione di finanza etica, che vi svela i meccanismi – tutt’altro che ispirati al gusto estetico e allo spirito – del mondo dell’arte, regno di evasori fiscali e speculatori, tra gallerie e case d’aste che aprono filiali a seconda di chi  offre la tassazione più bassa. E poi la crisi di debito degli enti locali che arricchisce i privati, mentre – per fortuna – le notizie e le cifre che giungono dal settore della finanza responsabile sono buone, e sempre più efficaci i metodi per escludere “i cattivi” dall’offerta su cui investire.

Mappa terremoto economico e finanziario del debito in Grecia: i fattori chiave
Mappa terremoto economico e finanziario del debito in Grecia: i fattori chiave

E se la mappa di questo mese cerca di rendere evidenti i fattori cardine del terremoto economico abbattutosi sulla vicina  Grecia, qualche motivo di soddisfazione ve lo regaliamo in economia solidale, dove non solo si mostra quanto sia lodevole – e quindi da conservare intatto – il modello di protezione sociale sviluppato in Europa ma anche quanto il valore sociale guadagni terreno sul Pil degli Stati e l’impresa sociale si diffonda nel mondo. Chiudiamo la sezione parlando di s icurezza alimentare in balìa del meteo e indagando su Zalando, dietro le quinte del lavoro nello shopping online.

Il viaggio di Valori di settembre termina col consueto orizzonte internazionale, e punta innanzitutto sul Giappone. Che riavvia i suoi reattori nucleari mentre ancora sta pagando un post- Fukushima da 50 miliardi di dollari (senza contare oltre 1600 vittime “dirette” del disastro). E poi c’è un’America sempre più invasa dalle armi e dalle loro lobby, teatro di stragi “fai da te” che Barack Obama non ha i mezzi per contrastare; un business, quello del commercio di armi, che sorride alla Corea del Sud ma non alle sue vittime. Vittime che ritroviamo a migliaia anche nei cantieri del Qatar, nella marcia di avvicinamento ai mondiali di calcio del 2022.

Acquista oraPotrete trovare  Valori 131, settembre 2015, in molte edicole milanesi e nelle filiali di Banca Etica in tutta Italia, oppure acquistarlo in formato digitale, o ancora riceverlo direttamente a casa ogni mese in abbonamento.

Per ogni informazione, chiamate in redazione allo 02-67199099 o scrivete a [email protected]

 

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile