EDITORIALE, Di Stefano / L’importanza delle regole

A tutti ora piace parlare di sharing economy. Ma se Valori di luglio-agosto 2013 anticipava molti media oggi appassionati dell’argomento raccontandone le enormi potenzialità e ...

Di Corrado Fontana
EDITORIALE ANDREA DI STEFANO Valori 142 - ottobre 2016

A tutti ora piace parlare di sharing economy. Ma se Valori di luglio-agosto 2013 anticipava molti media oggi appassionati dell’argomento raccontandone le enormi potenzialità e le prime interessanti applicazioni, il dossier di Valori ottobre in uscita – presto in arrivo a casa degli abbonati ma già disponibile in digitale – fa un passo oltre per analizzare il lato oscuro  dell’ economia condivisa.

Il direttore del mensile Valori Andrea Di Stefano
Il direttore del mensile Valori Andrea Di Stefano
EDITORIALE ANDREA DI STEFANO Valori 142 - ottobre 2016
EDITORIALE ANDREA DI STEFANO Valori 142 – ottobre 2016 – CLICCA QUI PER SCARICARLO IN PDF

Sulle cui criticità l’editoriale del direttore Andrea di Stefano non fa sconti, sottolineando “Un esempio emblematico di come la sharing economy possa essere un’eccezionale  macchina da soldi nella quale – come raccontano in modo dettagliato nel dossier di questo numero,  i nostri Cavallito, Isonio e Meggiolaro – la redistribuzione dei flussi di ricchezza ha in realtà un solo vincitore: le corporation che sono state in grado di sviluppare le piattaforme e aggredire il mercato con ingenti investimenti di marketing. I numeri sulle commissioni pagate ai gestori (Airbnb e Uber sono solo i due esempi più eclatanti,  seguiti da decine di start-up divenute rapidamente miliardarie) sono una lampante conferma che il sistema, senza regole non burocratiche ma utili a “tagliare le unghie” ai predatori, rischia di trasformarsi in share-washing“.

L’ombra degli speculatori, insomma, si è fatta più che concreta, e “Senza l’adozione di un sistema chiaro di regolazione,  il rischio è quello di uccidere sul nascere le forme di sharing no-profit che non hanno certo la possibilità di ricorrere a costosi uffici legali per contrastare normative ostili”.

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile