Ambiente

Fotografia e bellezza in aiuto ai popoli indigeni

Fotografia e meraviglia nelle immagini vincitrici del concorso della ong Survival International e comporranno il calendario 2018 "We, the people".

Di Corrado Fontana
Tre altre opere vincitrici, tra cui un uomo ashaninca, fotografato da Segundo Chuquipiondo Chota, di fronte alla devastazione della sua foresta. © Survival International
Concorso fotografico Survival International 2017. La foto vincente di un uomo samburu in Kenya, di Timo Heiny. © Timo Heiny / Survival International

Fotografia e meraviglia per una galleria di immagini che hanno vinto il concorso fotografico bandito dalla ong Survival International e che vanno a comporre il calendario 2018 intitolato We, the people.

Aperto a fotografi dilettanti e professionisti, e giunto alla sua terza edizione, il concorso fotografico racconta i popoli indigeni nelle loro terre e mostra come siano i migliori conservazionisti e custodi del mondo naturale.

Dai ghiacci artici alla savana africana, le fotografie selezionate raccontano il profondo legame che unisce i popoli indigeni alle loro terre, celebrando il potere della fotografia come importante arma di sensibilizzazione e strumento per finanziare il lavoro e le campagne di Survival International che, per mantenere la sua indipendenza, non accetta soldi dai governi ma opera grazie alla generosità dei sostenitori privati.

Noi vi mostriamo solo alcune foto, ma potete godervi lo spettacolo sia online che a casa vostra, se acquisterete il calendario in formato cartaceo.

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile