GB, mezzo miliardo di sterline risparmiato grazie all’eolico

L’energia eolica ormai ha un ruolo centrale negli equilibri energetici d’Oltremanica. A ribadire il messaggio è uno studio, commissionato all'istituto indipendente Cambridge Econometrics da ...

L’ energia eolica ormai ha un ruolo centrale negli equilibri energetici d’Oltremanica. A ribadire il messaggio è uno studio, commissionato all’istituto indipendente  Cambridge Econometrics da RenewableUK, che è arrivato a calcolare l’ammontare dell’enorme risparmio monetario ottenuto grazie a questa fonte pulita.
Nel 2013 – spiega il report – gli impianti eolici britannici hanno garantito energia sufficiente a soddisfare le necessità di 6, 8 milioni di case. Per coprire il medesimo fabbisogno, sarebbe stata necessaria una spesa di oltre 579 milioni di sterline per importare 4, 9 milioni di tonnellate di carbone e 1, 4 miliardi di metri cubi di gas naturale. Per tali risorse – si legge nel portale specializzato ClickGreen che riporta la notizia – il Paese è infatti strutturalmente dipendente dall’ estero: nel 2013 ha importato il 56% del gas naturale e il 79% del carbone.
Parallelamente allo scemare delle forniture di gas naturale dal Mare del Nord, continuano gli studiosi, aumentare il peso del gas nel mix energetico britannico arriverebbe a costare 3, 1 miliardi di sterline nel 2020. Un costo che potrebbe aumentare fino a 7, 4 miliardi di sterline entro il 2030. Senza contare – concludono i ricercatori – l’incertezza dovuta al fatto che i costi del gas naturale, a differenza di quelli dell’eolico, siano estremamente variabili.

Foto: Stan Shebs
Fonte: Wikimedia Commons