Germania, «acquistato un nuovo CD con i nomi di presunti evasori»

Il governo regionale della Renania del Nord-Westfalia, in Germania, avrebbe acquistato questa settimana un nuovo CD contenente nominativi e dati di cittadini tedeschi sospettati di ...

Il governo regionale della Renania del Nord-Westfalia, in Germania, avrebbe acquistato questa settimana un nuovo CD contenente nominativi e dati di cittadini tedeschi sospettati di aver aggirato il fisco attraverso rapporti bancari con istituti di credito in Svizzera.
A riferirlo è questa mattina il giornale “Bild”, secondo il quale il compact disc sarebbe stato acquisito «per una cifra a sei zeri». «In questo momento – si legge nell’articolo della testata tedesca – si registrano numerose offerte di vendita di dati provenienti dalla Svizzera», da parte di «pirati ed esperti informatici, consulenti degli istituti finanziari o semplicemente persone che hanno amici all’interno delle banche».
A questo punto, se la notizia sarà confermata, ci si può attendere la reazione di Berna, che ha puntato spesso il dito contro la pratica di acquisto di dati. E che ora potrebbe alzare ancor di più la voce, dal momento che Svizzera e Germania hanno firmato un accordo sulla doppia imposizione che è in attesa di essere ratificato dai due Paesi.