Energia

Giappone: vincono i conservatori e anche la Tepco

Dalle elezioni giapponesi due elementi significativi per il futuro nucleare del Paese: torna al potere il partito conservatore e la società che gestisce le centrale ...

Di Corrado Fontana


Forse due indizi non fanno ancora una prova ma la sicura uscita del Giappone dal nucleare civile proclamata pochi mesi fa dall’ormai ex premier Yoshihico Noda potrebbe non essere più tanto sicura. Ieri le elezioni politiche nazionali hanno riportato in sella i conservatori – al potere per i quasi 50 anni precedenti ai 3 anni di parentesi democratica funestata dal disastro di Fukushima – guidati da Shinzo Abe, il quale a urne ancora calde si era preso la briga di definire irrealistico e irresponsabile l’obbiettivo del “nucleare zero”, accennando già alla volontà di mantenere per il futuro l’approvvigionamento dell’energia atomica.      

 

 

Poche ore dopo – secondo quanto riporta France24 –, all’apertura post elettorale della Borsa di Tokyo la Tepco ( Tokyo Electric Power) guadagnava il 32, 89%, guidando la riscossa azionaria delle società del settore energetico (Chubu Electric Power +7, 56%; Kansai Electric +13, 68%).

 

 

La stessa Tepco che solo due giorni fa aveva fatto le prime vere ammissioni di responsabilità sulla pessima gestione degli impianti di Fukushima colpiti dallo tsunami: in una conferenza al Centro della stampa estera in cui i giornalisti interrogavano Takefumi Anegawa , capo della task-force di riforma sul nucleare della Tepco, rispetto al report parlamentare sull’argomento il funzionario dichiarava che «V i sono molte descrizioni sulla mancanza di una cultura della sicurezza e sulle nostre cattive abitudini. Ammettiamo, ammettiamo completamente quella parte del report parlamentare ». Lo stesso report che sottolineava le responsabilità dell’azienda nelle conseguenze del disastro e denunciava collusioni tra governo, autorità di regolamentazione e azienda.

 

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile