Goldman Sachs abbassa la quota di investimenti nelle rinnovabili

Goldman Sachs ha annunciato un piano per abbassare la quota complessiva di investimenti o finanziamenti nel settore delle energie rinnovabili pari a 40 miliardi di dollari...

Goldman Sachs ha annunciato un piano per abbassare la quota complessiva di investimenti o finanziamenti nel settore delle energie rinnovabili pari a 40 miliardi di dollari. Si tratta infatti – secondo quanto riportato dal sito Environmental-Finance.com – di capitali che la banca americana prevede di erogare nei prossimi 10 anni, e la cifra risulta perciò inferiore rispetto a quella raggiunta negli ultimi 6 anni (30 miliardi). In media, il dato si attesterà dunque sui 4 miliardi annui, contro i 4, 8 registrati in precedenza.
Non solo: secondo quanto dichiarato dal coordinatore della campagna olandese di BankTrack, Yann Louvel, «tali investimenti non risultano neppure significativi, se si tiene conto di quanti capitali vengono concessi ai combustibili fossili, ed in particolare al carbone». Goldman Sachs, infatti, è stata classificata all’undicesimo posto nel ranking delle banche “killer” dell’ambiente, proprio per via di tale genere di finanziamenti. Dello stesso avviso anche Raymond Dhirani, che parla di «numeri nel vuoto».
Le Ong, inoltre, chiedono all’istituto di credito di specificare in quale modo esso intenda azzerare le proprie emissioni di CO2 entro il 2020, come annunciato recentemente dal management.