Lab

GRAFICO / LE BANCHE OMBRA

Crescita e distribuzione della finanza non bancaria (clicca sull’immagine per ingrandirla) Nel gergo finanziario si parla di Shadow Banking, banche ombra, ovvero l’insieme ...

Di Matteo Cavallito
da Valori n. 129, maggio 2015

Crescita e distribuzione della finanza non bancaria (clicca sull’immagine per ingrandirla)

da Valori n. 129,   maggio 2015
da Valori n. 129, maggio 2015

Nel gergo finanziario si parla di Shadow Banking, banche ombra, ovvero l’insieme delle attività di intermediazione creditizia gestite al di fuori dei circuiti tradizionali (le banche, per intenderci). Nei 25 principali mercati finanziari del Pianeta, ricorda l’ultimo report del Financial Stability Board (Fsb), il peso di questo comparto ammonterebbe a oltre 75 trilioni (mila miliardi) di dollari, quasi il triplo rispetto alla cifra registrata nel 2002 (GRAFICO 1).

Ad oggi, due terzi delle attività ombra si concentrano in Usa (33%) e Area Euro (34%) (GRAFICO 2). Il Regno Unito copre da solo il 12% del totale mondiale, il Giappone si ferma a quota 5%. La Cina, ha ricordato il Fsb, ospita oggi il 4% della cosiddetta Non-Bank Financial Intermediation globale, una quota marginale ma pur sempre 4 volte superiore rispetto al 2007. Un dato che evidenzia un ritmo di crescita decisamente superiore alla media globale.

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile