Ambiente

Greenpeace: «Le lobby finanziano le ricerche degli scettici»

I colossi dell'energia hanno stanziato oltre 1, 2 milioni di dollari nell'arco di un decennio per finanziare alcuni lavori scientifici di orientamento scettico nei confronti del cambiamento ...

Di Valentina Neri
By NASA - http://www.jpl.nasa.gov/news/news.php?release=2014-148 (JPL), Public Domain, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=33763182

I colossi dell’energia hanno stanziato 1, 25 milioni di dollari nell’arco di un decennio per finanziare alcuni lavori scientifici di orientamento scettico nei confronti del cambiamento climatico. Il duro atto d’accusa arriva da Greenpeace.

L’attenzione è puntata su Willie Soon, celebre ricercatore dell’ Harvard-Smithsonian Centre for Astrophysics. Negli ultimi 14 anni – rivela Greenpeace – il finanziamento più consistente, pari a 410 mila dollari a partire dal 2005, è arrivato da Southern Company, fornitore elettrico statunitense fortemente incentrato sul carbone. ExxonMobil ha stanziato 335 mila dollari fino al 2010, l’ American Petroleum Institute 274 mila dollari e la Charles G. Koch Foundatio n 230 mila dollari. A essi si aggiungono altri 324 mila dollari in donazioni anonime effettuate tramite un trust usato dai fratelli Koch e da altri esponenti conservatori.

Soon contesta la teoria per cui il cambiamento climatico sia dovuto all’aumento delle emissioni di gas serra a partire dall’inizio dell’età industriale. Al contrario, ritiene che il motivo scatenante sia l’attività solare. Una posizione che è stata sposata soprattutto dagli esponenti repubblicani, che a più riprese – riporta il quotidiano Guardian – hanno citato o invitato Soon in occasione di eventi pubblici. Lo scienziato, che al momento ha preferito non replicare, in varie occasioni ha difeso la propria indipendenza: «Nessuna somma di denaro può influenzare ciò che dico e scrivo», ha dichiarato al Boston Globe nel 2013.

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile