Ambiente

Il carbone? Beve come 1 miliardo di persone

Gli 8.359 impianti di estrazione di carbone presenti nel mondo consumano ogni anno un ammontare di acqua equivalente al fabbisogno idrico di oltre un miliardo di ...

Di Matteo Cavallito
Foto: Eickhoff Maschinenfabrik und Eisengießerei, Bochum Wikimedia Commons
Foto: Eickhoff Maschinenfabrik und Eisengießerei,   Bochum Wikimedia Commons
Foto: Eickhoff Maschinenfabrik und Eisengießerei, Bochum Wikimedia Commons

Gli 8.359 impianti di estrazione di carbone presenti nel mondo consumano ogni anno un ammontare di acqua equivalente al fabbisogno idrico di oltre un miliardo di persone. Lo segnala l’ultima analisi condotta da Greenpeace a partire dai dati più recenti (fine 2013) del Platts World Electric Power Plant Database. Nel dettaglio, precisa la Ong ambientalista, il consumo di acqua degli impianti estrattivi raggiunge in un anno quota 19 miliardi di metri cubi; l’ammontare delle risorse idriche necessarie per ogni persona – bere, cucinare, lavare etc. – si colloca, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, a 18.275 litri annuali (che diventano 18, 3 miliardi circa per ogni miliardo di individui).

Secondo i ricercatori, ricorda ancora la Ong, le risorse idriche impiegate attualmente dal settore del carbone coprono da sole il 7% dell’utilizzo di acqua nel Pianeta, ma la percentuale potrebbe addirittura raddoppiare nei prossimi 20 anni. Nel mondo circa 650 milioni di persone, ricorda Greenpeace citando i dati della Ong WaterAid, non hanno accesso diretto all’acqua potabile.

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile