Ambiente

La carica dei 250 leader religiosi per il clima

”Ratificare e attuare rapidamente l’ accordo di Parigi, eliminare gradualmente i sussidi ai combustibili fossili e, tra le altre cose, di avviare la transizione verso ...

Di Martina Valentini
File:Garden at the United Nations Headquarters, New York City - panoramio - Colin W.jpg|Garden at the United Nations Headquarters, New York City - panoramio - Colin W]]

”Ratificare e attuare rapidamente l’ accordo di Parigi, eliminare gradualmente i sussidi ai combustibili fossili e, tra le altre cose, di avviare la transizione verso il 100% di energie rinnovabili entro il 2050”. L’appello è contenuto in una dichiarazione sul clima sottoscritta da 250 leader religiosi mondiali, tra i quali il Dalai Lama, cinque cardinali della Chiesa cattolica e l’amministratore delegato della maggiore Ong umanitaria islamica del mondo, presentata oggi a New York e frutto della collaborazione tra rappresentanti di diverse confessioni religiose.

I firmatari, pur esprimendo un giudizio positivo sull’accordo raggiunto alla Cop21 di dicembre scorso, chiedono di guardare oltre, puntando a mantenere l’aumento medio globale della temperatura sotto il grado e mezzo. E, al tempo stesso, chiedono alle comunità dei fedeli di impegnarsi direttamente per ridurre le emissioni delle proprie abitazioni, dei luoghi di culto e di lavoro, impegnandosi anche a sostenere chi è già colpito dalle conseguenze del climate change.

Il documento sarà consegnato al presidente dell’ Assemblea generale Mogens Lykketoft delle Nazioni Unite, in vista dell’appuntamento del 22 aprile, Giornata della Terra, al palazzo di Vetro per la firma dell’accordo della Cop21 di Parigi.
@lamarty_twi

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile