Appuntamenti

La sostenibilità? Non solo etica ma un’opportunità di crescita industriale

Trentino Marketing e Muse organizzano a Trento la prima edizione di Eco - Ecologia e comunicazione. Obiettivo: formare i professionisti della comunicazione ecologica

Di Martina Valentini

La sostenibilità è diventata uno strumento di marketing? Se ne parlerà il 5-6 ottobre al MUSE – Museo delle Scienze di Trento nell’ambito di ECO, convegno nazionale che ha come focus la ricerca, il confronto e la formazione per la creazione di nuove prospettive di sviluppo sostenibile. L’iscrizione è gratuita.

Un’occasione di confronto con tanti approfondimenti e storie concrete: rappresentanti di aziende e istituzioni impegnate nella ricerca di innovazione e pratiche sostenibili dialogheranno con scienziati e studiosi, insieme ai rappresentati del sistema della comunicazione, dai giornalisti ai media communicator, nel corso di approfondimenti tematici e laboratori di confronto.

Quattro laboratori tematici

L’incontro è rivolto direttamente ai responsabili professionisti della comunicazione e dell’informazione, da quella virtuale mediata dai social media alla carta stampata, oltre a coloro che lavorano a vario titolo su temi come la vivibilità e la sostenibilità.

«Gli obiettivi dell’evento – spiegano gli organizzatori – sono sostanzialmente tre:

  • Consentire di conoscere in maniera più approfondita e scientificamente validata i fenomeni eco-correlati relativi alla biodiversità, al clima, alla crisi delle risorse, al paesaggio, all’ambiente e al territorio.
  • Fornire un’occasione di elevato livello metodologico e operativo per approfondire metodi e strumenti della comunicazione relativa agli ecosistemi e alla vivibilità.
  • Posizionare e qualificare il Trentino come contesto impegnato a sviluppare innovazione in campo ambientale e paesaggistico e territoriale e, allo stesso tempo, a condividere risultati e prospettive di ricerca in questo campo creando un meeting annuale di studio, riflessione e applicazione».

 

La sede del Museo Muse di Trento

Turismo, moda, agricoltura e mobilità

La serata inaugurale vedrà la partecipazione di Ferruccio De Bortoli, editorialista ed ex direttore del Corriere della Sera. Poi nella giornata di sabato, nella giornata di sabato 6 ottobre quattro laboratori tematici si alterneranno nella suggestiva struttura progettata da Renzo Piano.

Nel primo si parlerà di turismo: l’idea è quella di valutare e studiare le diverse forme di offerta turistica sostenibile. Il secondo laboratorio parlerà di moda e permetterà di conoscere gli effetti che la domanda di stili di vita sostenibili ha nel campo della moda e delle tendenze di consumo. Evidenziare le opportunità che una nuova cultura alimentare può avere sull’innovazione in campo economico, in particolare nell’agricoltura sarà il tema del terzo laboratorio. Infine, un ultimo gruppo di partecipanti potrà approfondire con l’aiuto di esperti gli impatti della mobilità sull’ambiente al fine di individuare soluzioni sostenibili.

Uova, abiti, viaggi: le tante declinazioni della sostenibilità

Molte saranno le realtà descritte come best practice, nei quattro ambiti tematici oggetto dei laboratori. Ne abbiamo selezionate alcune

Viaggi e Miraggi

Cooperativa sociale-tour operator, che riunisce una rete di soggetti e associazioni in Italia e nel mondo. presenti in 4 continenti collaborando con più di 100 comunità locali in 50 Paesi del Nord e del Sud del mondo, sostenendo più di 200 progetti sociali e per indotto migliaia di persone. Hanno dato vita ad una rete italiana di turismo responsabile con referenti, sostenitori e progetti in 18 regioni italiane: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria e Veneto.

Greenpeace Detox

Oggi Prato è il grande distretto tessile europeo con più di 7.500 imprese e 4.500 milioni di euro di fatturato ed esportazioni in 145 differenti Paesi. Le aziende che hanno sottoscritto l’impegno Detox, attraverso il comune percorso di distretto, rappresentano varie parti della filiera manifatturiera tessile. Ne fanno parte aziende produttrici di filato, di tessuto e di materie prime, aziende di tintoria e rifinizione filati o tessuti, produttori di chemicals per l’industria tessile.

Uova di montagna

Piccola azienda nata dal desiderio di produrre il miglior uovo sul mercato. Per ottenerlo, l’unica strada percorribile è garantire la massima qualità di vita alla gallina. Da qui nasce questa realtà che punta alla produzione di uova d’eccellenza, valorizzando l’animale e il territorio nel quale è inserito garantendo standard qualitativi più elevati di quanto richiesto dalla normativa sul biologico”.

Gruppo Lunelli (Ferrari)

Vegetazione precoce, date della vendemmia ampiamente anticipate, produzioni in calo: il vigneto è il “termometro” dei cambiamenti climatici e il mondo vitivinicolo si interroga, ormai da anni, su come affrontare gli scenari futuri. A fronte dell’aumento delle temperature superiore ai due gradi, la geografia del vino è destinata a cambiare.

 

 

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile