Ambiente

La sostenibilità? È una questione di chimica

Dalle plastiche di matrice organica ai combustibili vegetali, dai nanomateriali ai pannelli fotovoltaici. Il tutto, si intende, attraversato da grande filo conduttore: la chimica, protagonista ...

Di Matteo Cavallito
Immagine: http://www.festivaldellinnovazione.settimo-torinese.it
Immagine: http://www.festivaldellinnovazione.settimo-torinese.it

Dalle plastiche di matrice organica ai combustibili vegetali, dai nanomateriali ai pannelli fotovoltaici. Il tutto, si intende, attraversato da grande filo conduttore: la chimica, protagonista assoluta della kermesse tra scienza, innovazione e divulgazione. C’è questo e molto altro nel programma della quinta edizione del Festival dell’Innovazione e della Scienza, l’evento organizzato dalla Fondazione Esperienze di Cultura Metropolitana in collaborazione con il Comune di Settimo Torinese che dal 15 al 22 ottobre interesserà il capoluogo piemontese e sette comuni della cintura – Settimo, Castiglione, Collegno, Grugliasco, Moncalieri e Rivoli – con quasi 150 appuntamenti (scarica il programma) tra incontri, laboratori, mostre e spettacoli.

Atomi e molecole protagoniste, dunque. A partire dalle esperienze più diverse e sorprendenti, come evidenzieranno, tra gli altri, gli incontri realizzati dal Dipartimento di Chimica dell’Università di Torino e dedicati alle applicazioni più disparate della disciplina tra scienza, arte e tecnologia. Una serie di sei eventi che abbracciano i temi più diversi, dalle nuove e vecchie forme di inquinamento delle acque all’origine della vita e alle scene del crimine.
Energia, ambiente e sostenibilità hanno ovviamente un ruolo di primo piano. Lo segnala tra gli altri l’appuntamento con “La chimica verde”, in programma domenica alle 17:30 presso la Biblioteca Archimede di Settimo Torinese con la partecipazione dell’Amministratore Delegato di Novamont, Catia Bastioli, e del Presidente di Coldiretti, Roberto Moncalvo. Al centro dell’incontro la valorizzazione delle piante per una produzione sostenibile di plastica, combustibili e mangimi alternativi per gli animali rigorosamente di origine organica.
Particolarmente significativi anche gli incontri in programma nella stessa biblioteca nei giorni successivi. Tra questi l’appuntamento di martedì 17 ottobre alle 11, con Barbara Bonelli e Francesca Freyria, rispettivamente docente e ricercatrice del Politecnico di Torino, dedicato ai nanomateriali e alle loro applicazioni nella produzione di energia pulita e nella rimozione dei contaminanti. Mercoledì 18, alle 9, si discute invece di nuove tecnologie nel campo del solare per la sostituzione dei pannelli al silicio, sempre più diffusi ma tuttora caratterizzati da alcuni limiti in termini di impatto ambientale, smaltimento e requisiti strutturali. A parlarne sarà Federico Bella, ricercatore del Politecnico di Torino.

La kermesse , sostenuta anche da Regione Piemonte, Compagnia di San Paolo, Fondazione CRT, Unione Industriale di Torino e Federchimica, dedicherà le sue mattinate alle scuole con laboratori e conferenze organizzate in collaborazione con Università e Politecnico di Torino, enti e associazioni di divulgazione scientifica territoriali e nazionali. Il pomeriggio e la sera, invece, spazio agli incontri, ai caffè scientifici e ai dibattiti. Oltre 35.000 le presenze registrate lo scorso anno.

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile