Finanza etica

Libor, si indaga anche su ICAP?

Anche ICAP, uno dei principali colossi globali nell'ambito dell'intermediazione delle transazioni interbancarie, sarebbe sottoposto alle indagini della Financial Services Authority, alla ricerca di irregolarità nella ...

Di Valentina Neri


Anche  ICAP, uno dei principali colossi globali nell’ambito dell’intermediazione delle transazioni interbancarie, sarebbe sottoporto alle indagini della Financial Services Authority, alla ricerca di irregolarità nella fissazione del Libor. L’indiscrezione viene dal Financial Times, entrato in possesso di un documento interno ai regolatori.
L’autorità che vigila sul sistema finanziario d’Oltremanica avrebbe infatti chiesto a sette persone, all’interno del gruppo che sta lavorando sulle presunte manipolazioni del Libor e che ne conta una cinquantina, di focalizzare le ricerche proprio su ICAP. Secondo il quotidiano finanziario, la lente della FSA sarebbe puntata su ICAP già da marzo. Né l’authority né la società hanno per ora rilasciato dichiarazioni in merito.
Tracey McDermott, direttore della divisione criminalità finanziaria della FSA, in precedenza ha già rivelato che attualmente le indagini coinvolgono sei società al di fuori di UBS e Barclays che hanno già sborsato delle maxi-sanzioni.

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile