Ambiente

Da oro nero a oro verde. Tutto Valori febbraio

Ecco le anticipazioni complete al numero di Valori di febbraio. Valori di febbraio arriva con un  dossier  di copertina sull’ agricoltura. Ma spazzando via quell’...

Di Corrado Fontana
cover dossier modificata da VALORI 135, febbraio 2016 - vrs 2
Copertina di VALORI 135,   febbraio 2016,   con un dossier sull'agricoltura al servizio delle materie prime,   ma devastante per l'ambiente
Copertina di VALORI 135, febbraio 2016, con un dossier sull’agricoltura al servizio delle materie prime, ma devastante per l’ambiente

Ecco le anticipazioni complete al numero di Valori di febbraio.

Valori di febbraio arriva con un  dossier  di copertina sull’ agricoltura. Ma spazzando via quell’idea bucolica dell’armonia tra natura, ritmo delle stagioni e attività contadine, ci racconta un’agricoltura diversa, piegata alle logiche delle multinazionali e del profitto, che sfruttano i territori non tanto per produrre cibo ma commodities, cioè materie prime impiegate per sviluppare energia o in molte filiere diverse, oltre che per quella alimentare. Un’agricoltura che lascia dietro di sé distese di territori devastati, foreste primarie disboscate per sempre in nome della fame di biomasse per il pellet o di assai redditizie piantagioni di colza, jatropha e olio di palma. E non solo. C’è il sorgo che piace alle lobby dei biocarburanti, l’accaparramento delle terre fertili ( land grabbing) da parte delle maggiori compagnie globali che minaccia la sussistenza di intere popolazioni… L’era dell’oro nero potrebbe insomma lasciare il posto a quella dell’oro verde (l’olio di palma è già detto oro rosso, del resto).

Nella sezione  finanza etica torna al centro della scena il tema dei derivati, prodotti finanziari complessi ancora nella bufera, e ci si interroga sull’ istruzione: mentre in Germania quella universitaria è diventata totalmente gratuita in tutti i Länder, in Italia crescono le spese a carico delle famiglie, ipotecando il futuro dei ragazzi (il modello USA fa scuola…). E le banche fiutano l’affare.

In economia solidale si riparte dal commercio equo e solidale. A sessant’anni dalla nascita, il suo futuro appare magmatico, stretto tra le lusinghe dei colossi mondiali dell’alimentazione, la creazione di nuove alleanze sociali e l’avanzata del domestic fair trade. Per tornare alla Cop21 di Parigi appena archiviata, che ha escluso i rappresentanti dell’agricoltura familiare – che produce gran parte del cibo globale –; e indagare sul turismo sostenibile: bisogna fidarsi dei calcoli sulle emissioni se a farli sono i tour operators?

Finale, come sempre, con la sezione internazionale: c’è l’ingresso della valuta cinese nel paniere del Fondo Monetario, preludio di un nuovo equilibrio economico mondiale; c’è la lotta delle comunità cilene contro le mega dighe di Enel e dei big del’energia; e c’è persino David Bowie e le sue incursioni di successo nel mondo finanziario.

Questo e molto altro – tra cui la mappa del Global Terrorism Database, il più completo archivio finora esistente sugli attentati terroristici avvenuti nel mondo dal 1970 – è su Valori di febbraio, disponibile in abbonamento su carta o in digitale, in tutte le filiali di Banca Etica e in molte edicole milanesi. Valori è anche un sito internet di notizie quotidiane (www.valori.it) e si può seguire su Facebook e Twitter.

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile