Ambiente

MAPPA / Troppo turismo? Patrimoni a rischio

di Emanuele Isonio Sarebbe un’evidente forzatura affermare che l’aumento del turismo sia la causa principale dei danni al tesoro culturale e naturale mondiale. ...

Di Corrado Fontana
MAPPA PATRIMONI DA SALVARE da VALORI 148 maggio 2017
MAPPA PATRIMONI DA SALVARE da VALORI 148 maggio 2017

di Emanuele Isonio

Sarebbe un’evidente forzatura affermare che l’aumento
del turismo sia la causa principale dei danni al tesoro
culturale e naturale mondiale. Ma leggere che, sulla
cinquantina di siti inseriti dall’Unesco tra i Patrimoni
dell’Umanità a rischio, un paio siano già oggi finiti nella
lista proprio per lo stress causato dall’eccessiva
presenza di visitatori, deve far suonare un campanello
d’allarme. I due siti in questione distano l’uno dall’altro
migliaia di chilometri e sono assai diversi tra loro:
il centro storico della città uzbeka di Shakhrisyabz
e la barriera corallina del Belize. Sono però accomunati
da un analogo boom turistico che ha portato al fiorire
di un indotto che aggredisce il delicato equilibrio dei due
ecosistemi, naturali e urbani. Trovare una quadratura
tra il desiderio di scoprire il mondo e la tutela delle sue
bellezze diverrà sempre più una priorità, in particolare
nei territori – su tutti Africa, Latinoamerica e Medio
Oriente – che vantano i trend di crescita turistica più
importanti e devono fare i conti anche con altri fattori
negativi: dai cambiamenti climatici, ai conflitti bellici,
fino a uno sviluppo delle città spesso fuori controllo.

_______________________________________

Le copie del giornale arrivano a casa di tutti gli  abbonati, su carta o  in digitale. Se potete, sostenete l’informazione indipendente di Valori e rimanete aggiornati con le nostre notizie quotidiane, che trovate su questo sito o seguendo i nostri aggiornamenti social su Facebook e Twitter.

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile