Finanza etica

Merkel: «Scandalose le banche che hanno aiutato la Grecia a truccare i bilanci»

La cancelliera tedesca in un discorso tenuto nel Mecklenburgo ha attaccato Goldman Sachs e altre banche per aver mascherato i dati sul deficit greco

Di Redazione

 

Il cancelliere tedesco Angela Merkel ha bacchettato duramente il comportamento delle banche nella vicenda legata al mascheramento dei dati relativi al deficit di bilancio della Grecia. Il capo del governo di Berlino – riferisce l’Agence France-Presse – ha infatti definito «scandaloso» il loro comportamento.

Numerosi istituti di credito hanno infatti fornito ad Atene la possibilità di “truccare” i bilanci, utilizzando una serie di complessi strumenti derivati. «È semplicemente uno scandalo venire a sapere che le banche, alle quali abbiamo allungato una mano mentre erano sull’orlo del precipizio, abbiano partecipato in questo modo alla falsificazione del budget della Grecia», ha tuonato il capo del governo della Germania, in un discorso tenuto nel Mecklenbourg, rinnovando poi l’invito all’esecutivo ateniese affinché vengano effettuati importanti sforzi per ridurre il pesante disavanzo del Paese.

In particolare, il dito è puntato contro Goldman Sachs, la banca americana che ha permesso allo Stato greco di truccare i bilanci.

La Merkel ha inoltre insistito sulla necessità di uno sforzo comune delle nazioni che aderiscono alla moneta unica nel monitorare attentamente i deficit, al fine di evitare una destabilizzazione proprio nel mercato valutario. E ha concluso il suo discorso specificando come l’euro rimanga comunque un valore aggiunto: «La Germania avrebbe pagato un prezzo molto più alto nel corso della crisi se la sua moneta fosse stata ancora il marco».

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile