Finanza etica

Multe bancarie: nuove maxi perdite per RBS

Royal Bank of Scotland ( RBS) si prepara a registrare l’ennesima chiusura annuale in perdita dopo l’annuncio del maxi accantonamento da 2, 5 miliardi di sterline ...

Di Matteo Cavallito
La filiale di RBS a Jersey, Isole del Canale. Foto: Man vyi (Wikimedia Commons)
La filiale di RBS a Jersey,   Isole del Canale. Foto:  Man vyi  (Wikimedia Commons)
La filiale di RBS a Jersey, Isole del Canale. Foto: Man vyi (Wikimedia Commons)

Royal Bank of Scotland ( RBS) si prepara a registrare l’ennesima chiusura annuale in perdita dopo l’annuncio del maxi accantonamento da 2, 5 miliardi di sterline destinato a coprire in larga parte nuove spese legali. Lo riferisce la stessa banca in una nota ufficiale. In particolare, riferisce l’istituto, un miliardo e mezzo sarà destinato alla chiusura del contenzioso legale tuttora in corso negli Usa per la vendita delle asset-backed securities legate al mercato immobiliare; altri 500 milioni saranno invece stanziati per coprire multe e risarcimenti legati alla contestata vendita di prodotti assicurativi nel Regno Unito. 498 milioni di sterline, infine, è la misura della revisione al ribasso del valore delle attività della controllata Coutts. La somma totale dei fondi riservati dall’istituto per coprire i costi giudiziari in questi anni ammonta a 3, 8 miliardi di sterline. 

L’operazione nel suo complesso mira alla chiusura dei contenziosi e alla definitiva ristrutturazione del bilancio dell’istituto come preludio all’uscita dello Stato dalla sua proprietà. La banca britannica è tuttora saldamente nelle mani del governo (ovvero dei contribuenti) che ne controlla il 73% delle quote dopo il salvataggio realizzato nel 2008. Da allora l’istituto ha sempre chiuso gli esercizi annuali in perdita. Secondo gli analisti di Citigroup, ripresi dalla BBC, nel corso del 2016 RBS potrebbe dover fronteggiare nuove spese legali che andrebbero così a gravare ulteriormente sui conti dell’istituto.

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile