Ambiente

NASA: febbraio-record, le temperature continuano a salire

Solo poche settimane fa la NASA aveva destato stupore nell’annunciare che il periodo compreso tra febbraio 2014 e gennaio 2015 era stato il più caldo da ...

Di Valentina Neri


Solo poche settimane fa la NASA aveva destato stupore nell’annunciare che il periodo compreso tra febbraio 2014 e gennaio 2015 era stato il più caldo da quando, nel 1880, è iniziato il monitoraggio delle temperature terrestri. Ma il record è stato presto battuto.
Siamo infatti reduci da un mese di febbraio che è stato il secondo più caldo da quando i dati sono disponibili. Il che significa – ha rivelato la NASA nel corso del weekend – che il periodo compreso tra marzo 2014 e febbraio 2015 è stato quello più caldo in assoluto. Questi dati, spiega Thinkprogress, danno una dimostrazione concreta del ritmo incessante del global warming, che – stando ad alcune recenti stime – è destinato ad accelerare ancora di più nei prossimi mesi.
Nel mese di febbraio appena trascorso, a livello globale le massime si sono attestate addirittura sugli 8, 4°C in più rispetto alla media del periodo 1951-1980. Solo la zona orientale e nordorientale degli Stati Uniti è stata in controtendenza. Per quest’anno la NOAA ha previsto l’arrivo di El Niño, che porterà siccità in Australia, Indonesia e Papua Nuova Guinea e piogge nel Pacifico centrale e sulle coste di Ecuador, Cile e Perù. Si attende che il 2015 si attesti tra gli anni solari più caldi in assoluto.

Foto di NASA ICE (Wikimedia Commons)

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile