Olanda, governo trascinato in tribunale per il climate change

Se il governo olandese non si muoverà in autonomia per combattere il cambiamento climatico, sarà un tribunale a obbligarlo. È questo l'intento di Urgenda, un'associazione ambientalista ...

Se il governo olandese non si muoverà in autonomia per combattere il cambiamento climatico, sarà un tribunale a obbligarlo. È questo l’intento di Urgenda, un’associazione ambientalista olandese, che in settimana ha lanciato una class action.
Urgenda, spiega il New Scientist, trascinerà in tribunale il governo olandese per conto di un gruppo di novecento cittadini (bambini compresi). Nell’azione legale accusa il governo di non aver fatto abbastanza per ridurre le emissioni di gas serra, "esponendo coscientemente i propri stessi cittadini a situazioni a rischio". L’iniziativa si pone l’obiettivo di "rompere il ghiaccio", aprendo la strada – in caso di successo – ad altre rivendicazioni analoghe in tutto il mondo.
Il gruppo chiede alla corte di dichiarare a chiare lettere che un aumento della temperatura globale di più di 2°C porterà a "una violazione dei fondamentali diritti umani nel mondo". Stando all’ Intergovernmental Panel on Climate Change, per scongiurare al 50% le possibilità che si verifichi tale scenario, gli Stati entro il 2020 dovranno tagliare le emissioni di una quota compresa tra il 25 e il 40% rispetto ai livelli del 1990. L’Unione europea si è impegnata per un -40% entro il 2030.

Foto di Ilya Karatchenko (Wikimedia Commons)