Questo articolo è stato pubblicato oltre 8 anni fa e potrebbe contenere dati o informazioni relative a fonti/reference dell'epoca, che nel corso degli anni potrebbero essere state riviste/corrette/aggiornate.

Realtà mondiale del complotto finanziario libertariano

di Pierre Sarton du Jonchay Il Wall Street Journal ci ha informati il 6 gennaio scorso che i dirigenti della JP Morgan sono stati esentati dalle ...

di Pierre Sarton du Jonchay
Il Wall Street Journal ci ha informati il 6 gennaio scorso che i dirigenti della JP Morgan sono stati esentati dalle multe nella risoluzione dello scandalo Madoff. La banca americana è accusata dai regolatori finanziari statunitensi per non aver informato correttamente i propri clienti sugli investimenti finanziari affidati a Bernard Madoff. JP Morgan ha agito come intermediario tra i suoi clienti e la gestione dei fondi Madoff.
La regolamentazione finanziaria in vigore negli Stati Uniti, così come in Europa, obbliga gli intermediari finanziari a informare chiaramente i propri clienti dei rischi contenuti negli investimenti che vengono venduti.
Un gestore di fondi acquista dei titoli sui mercati e ne garantisce la liquidità conformemente agli impegni contrattuali venduti al risparmiatore. L’intermediario bancario che commercializza un gestore specializzato, ha per regolamento la funzione di assicurare dell’esatta applicazione ai fondi gestiti del profilo di rischio acquistato dai risparmiatori. Se un gestore di fondi è in difetto in qualche modo, è compito dell’intermediario assicurare di compensare il suo cliente finale.
JP Morgan deve così rimborsare più di due miliardi di dollari ai suoi clienti sulle perdite che hanno subito nella bancarotta di Madoff. Questa somma rappresenta la parte del sinistro Madoff che la giustizia statunitense imputa a JP Morgan nel suo ruolo di assicuratore della gestione finanziaria. Ma la funzione di assicuratore della gestione finanziaria è secondo il regolamento riassicurata dai dirigenti bancari. Sono personalmente tenuti a far applicare le buone pratiche professionali di limitazione dei rischi e di sorveglianza delle controparti coinvolte nella catena di trasformazione del risparmio.
La giustizia statunitense ha condotto un’inchiesta per sapere perché i dirigenti di JP Morgan non hanno reagito agli avvisi di controllo interno che erano stati inviati loro ben prima che il crollo di Madoff si verificasse. I dirigenti di JP Morgan hanno riconosciuto la loro mancanza. Di fronte all’ammissione della loro colpa, la giustizia li esonera da sanzioni personali private derivanti dalla loro complicità attiva o passiva con remunerazione indiretta con Madoff.
La piramide costruita da Madoff è crollata a causa della crisi di liquidità interbancaria. Non c’era alcun modo oggettivo e affidabile per identificare i titoli che Madoff avrebbe acquistato con i fondi dei risparmiatori. Quando le richieste di rimborso anticipato sono diventate troppo numerose Madoff si è ritrovato scoperto presso le banche che non avevano alcun modo di verificare la sua liquidità in titoli reali.
Un catasto finanziario è in tecnica finanziaria una camera di compensazione: quando vogliamo sapere esattamente chi è l’acquirente o venditore di cosa in un mercato finanziario, si crea un file unico dei titoli negoziati e un file unico di tutte le persone coinvolte in qualsiasi modo nell’equilibrio dei prezzi per titolo. Dalla regolamentazione finanziaria degli anni ’80 è diventato di fatto impossibile costruire un catasto finanziario adatto alle diverse scale geopolitiche di negoziazione finanziaria. La regolamentazione finanziaria esige ingenuamente che ogni operatore finanziario  abbia la sua contabilità che avvicina a sua discrezione a tutte le controparti con cui credi di essere coinvolto. Nessuna autorità pubblica imparziale diritto a una visione d’insieme consolidata.
Il sistema della globalizzazione monetaria e finanziaria è oggettivamente mafioso. Applica delle leggi private decise da padrini che non rendono conto che a loro stessi. Tutti i padrini sono legati da trattati e contratti internazionali. La Fed e la BCE fanno la liquidità dei contratti attraverso una politica monetaria di cui nessuno può controllare i conti e che sono sparsi tra piazze pubbliche e paradisi fiscali.  governi degli Stati hanno la scelta tra tacere e incassare la propria commissione o cercare di riformare e pagare un premio di rischio altissimo per prendere in prestito la liquidità delle imposte che non possono più prelevare direttamente ai cittadini.
Senza il catasto finanziario interstatale che sarebbe la camera di compensazione proposta da Keynes nel 1944, quale Stato può conoscere la domiciliazione dei capitali e i ricavi che producono sotto la sua sovranità? L’indipendenza del potere giudiziario che garantisce l’uguaglianza davanti alla legge si ferma al perimetro delle camere di compensazione esistenti. Ogni prova di colpevolezza dei mafiosi è coperta dal segreto bancario e dallo status di “non residente”.Tutti i lettori sagaci di questo commento tecnico delle grandi frodi finanziarie in corso avranno capito che il complotto finanziario libertariano è assolutamente teorico. In teoria finanziaria la legge è un titolo come un altro che va a chi offre di più.