Satelliti alleati per mappare la povertà

Un nuovo approccio che permetterà di creare mappe estremamente accurate per supportare politici e organizzazioni umanitarie nel monitoraggio dei territori più poveri, un software in ...

Di Martina Valentini
By NASA/IMAX (NASA) [Public domain], via Wikimedia Commons

Un nuovo approccio che permetterà di creare mappe estremamente accurate per supportare politici e organizzazioni umanitarie nel monitoraggio dei territori più poveri, un software in grado di analizzare i dati in maniera intelligente e individuare i ‘segni’ per misurare le povertà visibili dallo spazio, come le condizioni delle strade, dei tetti delle case, la cura dei campi agricoli e l’uso dell’illuminazione notturna.

È la sfida del nuovo sistema ideato e realizzato dal gruppo guidato da Neal Jean, dell’ Università’ di Stanford, il cui lavoro e’ pubblicato su Science.
Satelliti e intelligenza artificiale insieme per costruire la prima mappa completa della povertà nel mondo. Dallo spazio riescono a stimare il reddito e i consumi delle persone che vivono in regioni dove mancano dati ufficiali, come quelle di guerra. Per definire le politiche di sostegno alle regioni povere o pianificare la necessità di infrastrutture basilari governi e organizzazioni umanitarie hanno bisogno di informazioni, dati quantificabili necessari per assegnare nuove risorse. Ma avere questi dati è spesso difficile, soprattutto nei Paesi più poveri come in Africa dove secondo la Banca Mondiale solo 20 nazioni su 59 hanno condotto, nel corso del decennio 2000-2010, più di due indagini per avere un quadro completo della situazione interna.

A limitare l’arrivo dei dati sono soprattutto due problemi: la scarsità di soldi per promuovere l’indagine e i conflitti armati. Ecco che quindi. nelle mappe della povertà, appaiono veri e propri buchi, che paradossalmente sono concentrati proprio nelle nazioni meno sviluppate. Da oggi sarà più facile avere queste informazioni dallo spazio, dove ogni giorno satelliti dedicati allo studio del nostro pianeta sorvolano ogni punto del globo raccogliendo immagini di ogni tipo, dalle foto ad altissima risoluzione sia di giorno che di notte, alle immagini a varie lunghezze d’onda. Un’enorme mole di dati distribuita spesso gratuitamente a chi ne fa richiesta.

@lamarty_twi

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile