Serbia, nuovo Paese del sole

La Repubblica di Serbia ha ufficialmente approvato, in via definitiva, l'accordo per la costruzione del più grande parco fotovoltaico al mondo sul proprio territorio. Progetto ...

Partito ufficialmente lo scorso 25 ottobre con la stipula di un contratto al Palazzo del Governo di Belgrado il progetto OneGiga: 475 Milioni di Euro investiti nei successivi 25 anni per la manutenzione degli impianti (+totale investimento Euro 1, 755 Miliardi di Euro),  3000 ettari di superficie occupata, circa 800 posti di lavoro creati. Si tratta del più grande parco fotovoltaico nel mondo, due volte più grande dell’equivalente californiano che deteneva il primato fino a oggi.


A progettarlo e realizzarlo la società di venture capital  Securum Equity Partners & Associates, che ha sottoscritto un accordo quadro con la Repubblica di Serbia e ha pensato di installare il parco solare su terreni in prossimità degli elettrodotti, oltre che favorevoli per la massima efficienza della radiazione solare, per produrre 1, 15 Terawatt-ora annui di energia elettrica pulita interamente ritirati dagli impianti di produzione dalla società di diritto serbo Enerxia Energy (società a capitale misto pubblico privato).


Tre le società coinvolte nel progetto: Mx Group South East Europe Doo (società di diritto serbo già costituita) che svolgerà il ruolo di EPC contractor, cioè costruirà l’intero parco solare tra aprile 2013 e dicembre 2015 impiegando circa 500 persone (50 ingegneri e tecnici locali e 450 operai addetti al montaggio). Nella fase immediatamente successiva all’installazione degli impianti e per tutta la vita utile degli stessi, 25 anni, saranno impiegate 120 persone per la manutenzione ordinaria, perlopiù serbi reclutati nel sud del Paese, ovvero l’area con il maggior tasso di disoccupazione. Per la costruzione dei pannelli fotovoltaici è in via di costituzione un’altra società di diritto serbo che, nelle intenzione degli ideatori di OneGiga, avrà una capacità produttiva di circa 60MW all’anno di pannelli e occuperà altre 120 persone.  Infine, per la costruzione degli inverter, apparecchi necessari all’efficienza dell’impianto, sarà costituita una terza società serba con capacità produttiva di circa 80MW all’anno di inverter costruiti su licenza e brevetti di Fimer Spa.