Ambiente

UK, boom del funerale alternativo

Anche nel settore funerario la stretta tradizione britannica sembra mostrare qualche apertura, in un Paese generalmente disponibile all’innovazione ma attaccatissimo alle proprie tradizioni: funerale ...

Di Corrado Fontana
Bara di vimini per funerali ecologici, dalla britannica Natural Endings (UK)
Bara di vimini per funerali ecologici,   dalla britannica Natural Endings (UK)
Bara di vimini per funerali ecologici, dalla britannica Natural Endings (UK)

Anche nel settore funerario la stretta tradizione britannica sembra mostrare qualche apertura, in un Paese generalmente disponibile all’innovazione ma attaccatissimo alle proprie tradizioni: funerale sì, allora, ma magari, invece del mogano intarsiato, si sceglie una bara fatta di vimini o di lana, di essere sepolti nel bosco o una proposta di  cremazione ecocompatibile a contatto con la natura. La BBC racconta l’espandersi di questo business nell’Inghilterra dove vigeva finora il tipico stile vittoriano anche nell’offerta dei servizi di esequie praticata dalla gran parte delle imprese di pompe funebri tradizionali.

E tuttavia un numero crescente di persone sembra ricerchi oggi una sepoltura eco-friendly e su misura: personalizzata nel bosco, ad esempio, eventualmente con la cerimonia da tenersi in un fienile e, invece della tradizionale croce o della lapide, un albero piantato ex novo a segnare il luogo dove si trova la tomba e dove familiari e amici potranno venire ad esprimere il proprio attaccamento al defunto.

È quello che propone un numero sempre maggiore di società, molte delle quali dirette da donne, come la Green Endings, con sedi a Londra e Whitton Middlesex,  o la Natural Endings di Chorlton (vicino a Manchester), fondata nel 2005, che dalla sua nascita ha organizzato funerali in fienili, pub o nelle case dei defunti, sepolti già in 270 per le foreste del Regno Unito. Addirittura c’è una organizzazione come la charity (la versione inglese delle nostre associazioni benefiche) Natural Death Centre che promuove i funerali alternativi, guidando i possibili… clienti e le loro famiglie nella scelta.

Scelte di fine vita alternative, quindi, che sempre più creano business in un settore che l’associazione nazionale che riunisce i direttori delle agenzie funerarie britanniche (National Association of Funeral Directors – NAFD) stima valga oltre 2 miliardi di euro, con 3900 aziende associate in tutto il Regno Unito e un prezzo medio dei un funerali (circa 5 mila euro) in aumento del 3, 9% nel 2015.

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile