Finanza etica

UK, clima: il governo in pressing sui fondi

Il governo britannico potrebbe imporre fondi pensione di elaborare una nuova policy sui temi ambientali, sociali e di gestione responsabile (Enviroment, social, governance o ESG, ...

Di Matteo Cavallito
The Houses of Parliament, Westminster Bridge, Londra. Foto: Adrian Pingstone Wikimedia Commons
The Houses of Parliament, Westminster Bridge, Londra. Foto: Adrian Pingstone Wikimedia Commons

Il governo britannico potrebbe imporre fondi pensione di elaborare una nuova policy sui temi ambientali, sociali e di gestione responsabile (Enviroment, social, governance o ESG, l’insieme dei principi che caratterizzano gli investimenti sostenibili) con una particolare attenzione per il problema del cambiamento climatico. Lo ha riferito in questi giorni il portale IPE News citando una lettera dell’esecutivo a un gruppo di parlamentari. Le richieste, scrive IPE, fanno parte di una serie di opzioni regolamentari allo studio del Dipartimento del Lavoro e delle Pensioni (Department for Work & Pensions – DWP) che dovranno essere a breve oggetto di una consultazione tra il governo e i fondi.

L’iniziativa nasce da un’indagine svolta lo scorso anno dalla Law Commission – un organismo indipendente del Parlamento –sugli investimenti sostenibili. Il ministro delle pensioni Guy Opperman, firmatario della lettera, si è rivolto al comitato parlamentare sull’ambiente (Environmental Audit Committee) che coinvolge deputati di tutti gli schieramenti e che sta studiando le strategie di gestione dei rischi legati ai fattori ambientali e al clima da parte dei fondi pensione.

Nella lettera – riferisce IPE – Opperman sottolinea come i fondi pensione abbiano iniziato ad occuparsi dei rischi finanziari connessi al cambiamento climatico ma anche che “le buone pratiche sono ancora lontane dall’essere applicate universalmente”. Tra le ipotesi avanzate c’è la richiesta di rivedere i princìpi di investimento contenuti negli statuti dei fondi e di rendere pubblici questi ultimi. A seguito della consultazione, in programma tra maggio e giugno, il governo dovrebbe elaborare una legge ad hoc sulla gestione del rischio da parte dei fondi. L’Environmental Audit Committee ha già posto la questione ai 25 maggiori fondi pensione del Paese chiedendo a questi ultimi di spiegare quali siano ad oggi le strategie in atto per prevenire i rischi finanziari legati al clima. Le risposte dovrebbero arrivare il 28 marzo prossimo.

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile