Usa, balzano i profitti delle banche regionali. Ma preoccupano i dati sul credito

Le condizioni ancora complicate dell’economia reale degli Stati Uniti stanno mantenendo “congelata” la domanda di nuovi capitali nei confronti degli istituti di credito...

Di Redazione


Le banche regionali americane hanno registrato un incremento dei profitti nel corso dell’ultimo trimestre, ma continuano ad avere difficoltà sul fronte del credito. Le condizioni ancora complicate dell’economia reale degli Stati Uniti – riferisce questa mattina il Wall Street Journal – stanno infatti mantenendo “congelata” la domanda di nuovi capitali nei confronti degli istituti di credito. 

Così compagnie come U.S. Bancorp, M&T Bank e Comerica dovranno probabilmente fare i conti con tale fenomeno ancora a lungo: «Non si tratta tanto di un calo della domanda – ha spiegato Rene Jones, chief financial officer di M&T, banca regionale della città di Buffalo -, quanto della sua completa immobilità». Per questo numerosi dirigenti temono che l’effetto positivo del calo delle insolvenze sui prestiti erogati in passato possa rivelarsi temporaneo, in ragione proprio della stagnazione della domanda. E si tratta di un fattore che potrebbe pesare anche sulle banche più grandi: basti pensare al caso di Wells Fargo, quarto istituto più importante degli Usa, che ha visto crescere i propri profitti nel secondo trimestre proprio grazie alla diminuzione delle perdite sui prestiti. 

Similmente, la U.S. Bancorp di Minneapolis ha visto balzare i propri profitti del 55% a 752 milioni di dollari nello stesso periodo di riferimento; M&T ha addirittura quadruplicato il proprio dato a 189 milioni; Comerica è passata dai 18 milioni del 2009 agli attuali 70. Ma anche in questi casi larga parte delle performance sono state garantite dal miglioramento della capacità dei cittadini americani di far fronte alle proprie esposizioni debitorie, piuttosto che da un ripristino del flusso dei nuovi crediti.

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile