Valori settembre! Creatività, dieta sostenibile e…

Valori  settembre è arrivato! Con un   dossier di copertina dedicato a un tipo di economia che fa poco notizia sui giornali finanziari ma vale molto, anzi, ...

Di Corrado Fontana
Copertina di Valori 141, settembre 2016, con un dossier sull'economia della creatività

Valori  settembre è arrivato!

copertina del dossier sull'economia creativa da Valori 141,   settembre 2016 - ridotta
copertina del dossier sull’economia creativa da Valori 141, settembre 2016

Con un   dossier di copertina dedicato a un tipo di economia che fa poco notizia sui giornali finanziari ma vale molto, anzi, sempre di più: l’ economia creativa.

Sebbene sia difficile da misurare e riceva fondi non sempre adeguati a stimolarne lo sviluppo, l’economia della creatività si dimostra infatti preziosa per l’ occupazione – specie quella di giovani e donne – e per la rigenerazione di interi settori industriali. Proprio la cosiddetta Creative Economy dovrebbe essere, secondo l’ Ocse, una “guida della nuova economia”, capace di rimodellare industrie e attrarre innovazione, ma dietro di essa si celano anche strategie nazionali per imporre la propria visione del mondo. Per l’ Italia – manco a dirlo – significa moltissimo (circa 2, 8 miliardi di euro), come pure per l’Europa e gli Stati uniti, e comprende tesori e marchi straordinari:  cibo,   arte, storia, ma anche motori,   design, missioni nello spazio… tanto più preziosi perché la reputazione di un territorio influisce sulle decisioni di viaggio e acquisto di milioni di consumatori. Come scoprirete grazie al  National Brands Index.

Nelle pagine del dossier c’è questo e ben altro (ad esempio un focus sulla finanza – anch’essa creativa – che sostiene il teatro), ma se vi spingerete nella sezione di finanza etica proveremo a raccontarvi come il voto inglese per la Brexit stia aprendo nel Regno Unito uno squarcio sulla bolla speculativa del settore immobiliare, che durava da due decenni. Un riequilibrio atteso, quindi, a differenza delle difficoltà di GLS Bank, prima esperienza bancaria etica in Germania, fondata più di 40 anni fa e attualmente finanziatrice di oltre 23mila progetti e imprese nel mondo dello sviluppo sostenibile, green economy ed economia solidale.

MAPPA Mangiare inquina,   da Valori 141,   settembre 2016 - small
MAPPA Mangiare inquina, da Valori 141, settembre 2016 – small

E dopo una mappa sulle filiere alimentari più inquinanti, entriamo nel

APERTURA ECOSOL - Ecco la dieta amica dell'ambiente,   da Valori 141,   settembre 2016
APERTURA ECOSOL – Ecco la dieta amica dell’ambiente, da Valori 141, settembre 2016

vivo dell’ economia solidale proprio per svelarvi quali siano invece le diete amiche dell’ambiente: vegana, vegetariana o con consumo di carne? In un ampio servizio ricco di infografiche, a partire dalla consapevolezza che entro metà secolo le tendenze alimentari globali potrebbero far crescere dell’80% le emissioni di gas serra di origine agricola. Intanto in Europa si insiste, per fortuna, sull’ economia circolare, ovvero capace di impiegare e recuperare e riciclare risorse in modo intelligente: in autunno il voto sulle modifiche alla proposta di direttiva in materia, e si prevede uno scontro fra Europarlamento e la Commissione guidata da Juncker. La stessa Ue che ha finanziato un’indagine sulle attività illecite nel settore bosco-legno-carta, i cui profitti oscillano tra 30 e 100 miliardi di euro, con grande merito della corruzione e delle rotte balcaniche sicure.

Chiusura con una sezione internazionale “a tutto” Centro e Sud America. Cominciamo con il Messico, dove a una violenza diffusa e alle proteste e scioperi di studenti e insegnanti si associa la durissima repressione della polizia (dieci i manifestanti uccisi solo a fine giugno), mentre il Parlamento sta approvando una serie di leggi con l’obiettivo di eradicare ogni traccia di diritti sociali. Problemi di diritti civili e sociali che diventano economici sull’isola di Porto Rico, ormai in bancarotta e minacciata dai fondi speculativi, come già Grecia e Argentina. In Colombia economia e stato dei diritti non vanno tanto meglio, ma almeno procedono i negoziati per portare la pace tra il governo, guidato dal presidente Santos e i guerriglieri delle FARC: molto dipende dal loro destino e da riforma agricola e lotta alla disuguaglianza.

Trovate il giornale su carta certificata FSC nelle filiali di Banca Etica e in molte edicole milanesi (o direttamente a casa vostra, se siete abbonati), oppure da acquistare in formato digitale (qui un’anteprima comprensiva dell’ editoriale di  Paolo Naldini,  il direttore di Cittadellarte).

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile