Banche diverse

Banking on Values: Ambiente, Cultura e Società

Questo è il quinto di una serie di blogpost di Jason Spicer e Lily Steponaitis, entrambi impegnati in ricerche sulle banche value-based in associazione con il ...

Di Non con i miei soldi

Questo è il quinto di una serie di blogpost di Jason Spicer e Lily Steponaitis, entrambi impegnati in ricerche sulle banche value-based in associazione con il corso CoLab di Mel King Fellows del MIT. Hanno trascorso l’estate presso gli uffici della Global Alliance for Banking on Values (GABV) nei Paesi Bassi e sono stati in viaggio per incontrare banche associate GABV in tutto il mondo.
Triodos Bank, socia fondatrice della Global Alliance for Banking on Values e leader del movimento in Europa “banking sostenibile”, ha la sede centrale in Olanda e filiali in Belgio, Germania, Spagna, Francia e Regno Unito. Con oltre 10 miliardi di dollari di patrimonio totale gestito nel 2014, è una della banche più grandi della rete GABV.
Il modello bancario di Triodos è costruito su tre fondamenti: investimenti nell’ambiente, cultura e società. La Banca investe i risparmi e i beni dei clienti solo in organizzazioni e attività che ricadono dentro specifiche categorie – energia rinnovabile, agricoltura biologica, sanità, alloggi sociali, educazione, e arte.

Ambiente

La reputazione di Triodos è stata costruita in parte grazie alle precoci pratiche di banking ecosostenibile. A seguito del disastro nucleare di Chernobyl del 1968 in Ucraina, la banca è stata contattata da alcuni risparmiatori interessati nel finanziamento di forme di energia alternativa in Europa. L’energia eolica era la prima candidata, anche se si trattava di una nuova tecnologia e di un investimento rischioso all’epoca, a causa della mancanza di sussidi governativi. Per ridurre il rischio assunto dai risparmiatori della banca, Triodos ha sviluppato il primo Wind Fund in Europa. Il fondo è stato utilizzato per raccogliere acquisizioni di capitale esterno per i parchi eolici. Questo si è dimostrato abbastanza proficuo. Il fondo ha anche diversificato l’attività della banca e aggiunto alla sua base clienti nuovi investitori individuali e istituzionali interessati all’ambiente.
Oggi, il fatto che un progetto di energia sia rinnovabile o sostenibile, non è più una ragione sufficiente perché Triodos lo consideri un buon investimento. Il progetto deve anche essere il migliore della sua categoria. Per esempio, Triodos, quando investe in parchi solari, prende in considerazione il potenziale produttivo della terra in questione. Triodos considera un progetto il migliore della categoria se non interessa terreni agricoli di alta qualità, ma si focalizza sull’aumento del valore e della produttività di terreni altrimenti marginali.

Cultura

In aggiunta al fondo per l’eolico, la banca gestisce anche un fondo per la cultura. Questo fondo è il primo nel suo genere in Olanda, e offre un prodotto unico. Quotato in borsa, permette a investitori individuali e istituzionali di concedere prestiti a teatri, musei e artisti per un’ampia gamma di utilizzi, dall’aggiunta di nuove imprese creative, all’acquisto di nuove risorse, al rinnovo degli spazi. Il fondo spesso colma il gap finanziario dei progetti che già ricevono alcuni finanziamenti da altre fonti, ma che necessitano di maggiori somme di denaro per realizzarsi. Anche se i rendimenti sul fondo sono contenuti, il fondo sta avendo un significativo successo.

Società

L’impegno della banca nei confronti della società è evidente non solo attraverso i prestiti concessi, ma anche nelle sue pratiche interne. Riflettendo l’impegno di Triodos per il coinvolgimento dei clienti e la trasparenza, il sito web della banca ospita una mappa interattiva che elenca ogni prestito alle imprese e finanziamento concesso da Triodos. Utilizzando lo strumento della mappa, i clienti possono sapere esattamente cosa sta finanziando la loro banca.
Al contrario delle altre banche che abbiamo conosciuto fino ad ora, Triodos non è una cooperativa, quindi i clienti non controllano direttamente la banca come fanno con Vancity, Crédit Coopératif, o Banca Etica. Le azioni di Triodos, invece, sono detenute dalla Foundation for the Administration of Triodos Bank Shares (SAAT).
La SAAT emette ricevute di deposito per le azioni per il pubblico ed è governata da un consiglio eletto. In particolare, i detentori di ricevute di deposito non possono essere proprietari di più del 10% di tutte le ricevute emesse. Il ruolo del consiglio governativo è quello di controllare le scelte della banca in modo da salvaguardare la sua mission e i suoi interessi, così come gli interessi degli investitori. Quando c’è un posto libero nel consiglio, i proprietari delle ricevute di deposito eleggono un nuovo componente. I detentori delle ricevute di deposito selezionano il nuovo consigliere da una lista di candidati stilata dai componenti del consiglio SAAT. Pertanto, nonostante non sia soggetta alle regole di una cooperativa, la struttura di Triodos aiuta ad assicurare che l’adesione della banca ai propri valori rimanga intatta.
Dalla sua fondazione nel 1980, Triodos Bank è sempre stata pioniera del concetto innovativo di fare banca in modo sostenibile. La reputazione della banca è costruita intorno al fatto che ognuno dei suoi prestiti è coerente con i suoi obiettivi sociali, culturali e ambientali. Anche se questa reputazione ha contribuito alla forte e coerente crescita della banca negli ultimi anni, porta con sé anche un importante rischio per la banca. Ovvero, se Triodos concede un prestito in qualche modo non coerente con i suoi valori, la sua straordinaria reputazione e la fiducia dei suoi clienti potrebbero essere messe a repentaglio. Mentre la banca cresce, assume più dipendenti e concede più prestiti, questo rischio diventa sempre più difficile da gestire.
Guardando al futuro delle banche sostenibili anche la questione delle economie di scala è un punto critico. Quanto può crescere una banca sostenibile, restando fedele alla sua mission e valori fondamentali, e continuando ad essere innovativa? Se Triodos continua a crescere e prosperare, potrebbe diventare un forte esempio di una crescita sostenibile ma allo stesso tempo scalabile per tutto il movimento del banking sostenibile e value-based.
Traduzione dall’inglese da CoLabRadio a cura di Giada Zitoune.
Photo Credit: Facebook/Triodos

Iscriviti alla newsletter

Il meglio delle notizie di finanza etica ed economia sostenibile