Questo articolo è stato pubblicato oltre 9 anni fa e potrebbe contenere dati o informazioni relative a fonti/reference dell'epoca, che nel corso degli anni potrebbero essere state riviste/corrette/aggiornate.

Deutsche Bank, cura dimagrante da 250 miliardi di euro

Il primo istituto di credito della Germania ha confermato questa mattina il taglio al proprio bilancio, che risulta pari al 12% del totale.

  La più importante banca tedesca, Deutsche Bank, prevede di alleggerire il proprio bilancio di circa 250 miliardi di euro. Si tratta di una “cura dimagrante” imponente, dal momento che la cifra è pari al 12% del totale (al 31 dicembre scorso), e che è dettata dalla necessità di allinearsi alle nuove regole in materia di solvibilità.

A confermare la notizia è stato questa mattina Stefan Krause, direttore finanziario dell’istituto di credito, che non ha in ogni caso precisato quale sarà la tempistica della manovra. La settimana scorsa indiscrezioni trapelate sul Financial Times avevano parlato di un taglio del 20% del bilancio da effettuare entro il 2015. In particolare, la necessità di Deutsche Bank è di rispettare i livelli previsti a livello internazionale in merito al rapporto (ratio) tra i cosiddetti fondi propri e il totale degli asset.

Ad essere tagliati – ha specificato Krause – dovrebbero essere principalmente i business legati ai prodotti finanziari derivati.