In manette ex dipendente di Wells Fargo: frode da 11 milioni di dollari

L'uomo avrebbe consegnato ad alcuni suoi amici una serie di informazioni riservate, sulla base delle quali sarebbero stati centrati ingenti guadagni. I capitali sarebbero poi ...

  Un ex dipendente della banca americana Wells Fargo è stato arrestato ieri con l’accusa di frode e di riciclaggio di denaro sporco, nell’ambito di un’inchiesta su pratiche di insider trading che avrebbero fruttato ai partecipanti circa 11 milioni di dollari. Ad annunciarlo è stato il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti, che ha indicato in John Femenia la persona coinvolta: avrebbe confidato informazioni non pubbliche, in cambio di una percentuale sui guadagni, ad un suo amico e alla sua compagna. 

Per riciclare il denaro, i tre (insieme ad altre tre persone implicate nella vicenda) avrebbero acquistato lingotti d’oro ed effettuato massicce giocate nei casinò di Las Vegas. Da parte sua Wells Fargo ha sottolineato come Femenia non sia più dipendente della banca, e che sta collaborando con la Securities and Exchange Commission e con la procura di New York per accertare i fatti.