Questo articolo è stato pubblicato oltre 9 anni fa e potrebbe contenere dati o informazioni relative a fonti/reference dell'epoca, che nel corso degli anni potrebbero essere state riviste/corrette/aggiornate.

Kerviel ricorre ai probiviri di Société Générale

L'ex trader del colosso bancario francese punta ad imporre una nuova inchiesta sui quasi 5 miliardi di euro di perdite finora attribuite alle sue operazioni finanziarie ...

  Jérôme Kerviel, l’ex trader di Société Générale condannato in appello a tre anni di reclusione e al pagamento di 4, 9 miliardi di euro di danni, ha annunciato ieri in tv la sua decisione di ricorrere ai probiviri della banca francese. L’obiettivo è di chiedere un’indagine sulle perdite occorse all’istituto di credito, fino ad ora attribuite all’ex dipendente. 

Kerviel ha sottolineato di essere stato a suo avviso licenziato ingiustamente da SocGen: «Mi sono rivolto ai probiviri perché quando fui cacciato nel 2008, la motivazione fu legata ad una mia presunta volontà di nuocere alla banca, il che è del tutto falso». «Non chiedo di essere reintegrato – ha aggiunto l’ex trader – ma dal momento che sono stato condannato al pagamento di 4, 9 miliardi di euro, chiedo all’istituto di credito la stessa somma». 

Lo stesso Kerviel ha ammesso che si tratta di una «richiesta ironica», necessaria però per imporre un’inchiesta sulla sua vicenda. «Voglio dimostrare che in realtà quelle perdite non ci sono state», ha concluso.