Questo articolo è stato pubblicato oltre 9 anni fa e potrebbe contenere dati o informazioni relative a fonti/reference dell'epoca, che nel corso degli anni potrebbero essere state riviste/corrette/aggiornate.

La strana fuga a Porto Rico del re degli hedge funds

Il magnate americano John Paulson è sbarcato a Porto Rico, e la stampa internazionale ha indicato tra le possibili ragioni della visita la scelta di sfruttare ...

  Il recente arrivo a Porto Rico di John Paulson, il re americano dei fondi speculativi, sta alimentando una ridda di voci negli Stati Uniti. Si parla di un possibile viaggio alla ricerca di una residenza secondaria, ma numerosi giornali internazionali – non soltanto americani – rilanciano la possibilità di un “esilio fiscale d’oro”. 

Il ricco finanziere potrebbe aver scelto il Paese caraibico per via dei vantaggi fiscali che esso concede soprattutto ai nuovi residenti: basta essere presenti, infatti, almeno sei mesi all’anno sull’isola per essere infatti esonerati dal pagamento delle imposte. Non a caso – riferisce questa mattina il quotidiano Les Echos – Paulson non sarebbe il primo gestore di fondi a scegliere il trasferimento nello Stato centroamericano (anche se, finora, nessuno del suo calibro ha preso una decisione del genere). 

E qualche segnale, in questo senso, potrebbe rivelarsi probante: lo scorso anno l’hedge fund del magnate americano ha aperto una filiale di riassicurazione alle Bermuda. Un’operazione del valore di 450 milioni di dollari, che poi sono stati reinvestiti nei fondi della società di Paulson: un modo legale per limitare al massimo la tassazione, che per questo è stato già utilizzato dalla maggior parte dei grandi fondi speculativi (Third Point, Greenlight, SAC Capital, Citadel, Moore Capital).