Schaeuble: «Accordo sull’unione bancaria entro Natale»

In un'intervista rilasciata domenica alla Bild am Sonntag il ministro delle Finanze di Berlino ha spiegato che i Paesi membri dell'Ue sarebbero vicini ad un ...

  Un compromesso sulla questione dell’unione bancaria pianificata a livello europeo sarebbe ormai sul punto di essere raggiunto. I leader dei Paesi membri avrebbero impresso infatti una decisa accelerazione sulla questione, e per questo il raggiungimento di un’intesa a livello normativo potrebbe essere annunciata già prima di Natale. A dichiararlo è stato ieri il ministro delle Finanza tedesco, Wolfgang Schaeuble, che ha in questo modo ravvivato le speranze di riuscire ad introdurre nell’Ue un singolo meccanismo di supervisione sugli istituti di credito del Vecchio Continente. 

Il responsabile economico del governo di Berlino – parlando alla Bild am Sonntag – ha spiegato che il nuovo organismo «dovrebbe essere messo in funzione nel 2013». Uno degli elementi principali del compromesso sarebbe quello di garantire alla Francia che l’istituto avrebbe sede a Parigi, e non presso la BCE a Francoforte: in questo modo la Germania potrebbe ottenere il via libera del presidente transalpino Francois Hollande. 

I ministri finanziari dell’Unione europea si incontreranno dopodomani, un giorno prima del summit dei leader comunitari previsto per mercoledì, proprio con l’obiettivo di preparare un accordo di massima da far discutere ai capi di governo.