Blanchard (FMI): «La Germania potrebbe aiutare i partner europei»

Secondo il capo economista del Fondo monetario, la prima economia europea dovrebbe sostenere la BCE e l'introduzione di un'unione bancaria, anziché continuare a fare leva ...

  La Germania potrebbe fare molto di più per aiutare i suoi partner europei , sostenendo la politica monetaria della BCE , piuttosto che continuando ad agire sulla propria domanda interna. A lanciare quello che costituisce un atto d’accusa nei confronti delle scelte di Berlino è stato questa mattina il capo-economista del Fondo monetario internazionale , Olivier Blanchard , in un’intervista rilasciata al quotidiano tedesco Süddeutsche Zeitung.  

Il dirigente ha ammesso che, se la domanda domestica della Germania aumenta, anche il quantitativo di merci importate dagli altri Paesi può crescere. «Ma l’effetto sarà comunque debole. Ci sono mezzi migliori attraverso i quali si possono sostenere i partner economici», ha osservato Blanchard, che ha sottolineato in particolare la necessità di non porre ostacoli all’introduzione di un’unione bancaria europea (proprio la Germania, infatti, su questo punto è particolarmente critica). 

La stessa Commissione di Bruxelles, d’altra parte, ha sottolineato nei giorni scorsi i rischi di legati alle eccessive eccedenze commerciali della prima economia europea, giudicate una fonte di squilibrio per l’intera Europa.