Cipro, salvare le banche costerà il 60% del Pil

Secondo indiscrezioni apparse questa mattina sulla stampa internazionale, le necessità finanziarie degli istituti di credito dell'isola potrebbero essere comprese tra i 7 e i 10 miliardi di ...

  Incaricato dall’Europa e dal Fmi di valutare le necessità del sistema bancario di Cipro, il fondo di investimenti Pimco potrebbe svelare già nella giornata di oggi i risultati della sua analisi. Secondo quanto riferito questa mattina dal quotidiano economico francese Les Echos, la cifra potrebbe essere compresa tra i 7 e i 10 miliardi di euro

Si tratta di un dato gigantesco, se si considera che il salvataggio costerebbe qualcosa come il 60% del prodotto interno lordo dell’isola. In questo senso si tratterebbe della manovra più imponente mai realizzata in un singolo Stato, se considerata, appunto, in rapporto alle dimensioni dell’economia locale. 

La questione sarà discussa la prossima settimana dai ministri delle Finanze dell’Eurozona. Ue, Bce e Fmi potrebbero sbloccare aiuti tra i 12 ed i 17, 5 miliardi di euro, che sarebbero concessi nell’arco dei prossimi tre anni.