La TAV di Mosca, un progetto che nasce già morto?

La gara d'appalto per la prima linea ad alta velocità della Russia sarà lanciata in questi giorni. Ma secondo la stampa locale, il governo non ...

  Non esiste un movimento «No-TAV » come quello italiano, ma anche per il primo progetto di linea ferroviaria ad alta velocità della Russia , non mancano le polemiche. Secondo quanto riportato dal quotidiano Vedomosti , infatti, degli importanti ritardi saranno inevitabili, a causa della mancanza di finanziamenti per la grande opera.  

La linea, che qualora un domani fosse completata sarà lunga 770 chilometri, tra Mosca e Kazan, comporta già dei tempi di costruzione particolarmente lunghi. Occorrerà infatti aspettare il 2018 per rendere operativo solamente il primo troncone da 200 chilometri (e non la totalità della tratta, come immaginato inizialmente). 

In questi giorni sarà lanciata dal governo russo la gara d’appalto, alla quale potrebbero partecipare colossi europei come la francese SNCF o la tedesca Deutsche Bahn. Ma secondo il Vedemosti, mancherebbero già i finanziamenti: in particolare 310 miliardi di rubli (7 miliardi di euro), su un totale di ben 1.060 miliardi (24 miliardi di euro), che il governo di Mosca non sarebbe in grado di garantire.