Questo articolo è stato pubblicato oltre 8 anni fa e potrebbe contenere dati o informazioni relative a fonti/reference dell'epoca, che nel corso degli anni potrebbero essere state riviste/corrette/aggiornate.

Crisi sì, ma non per tutti: aumenta la ricchezza dei ricchi

Crisi? Sì, ma non per tutti. La metà della ricchezza mondiale è detenuta da un gruppo di persone che potrebbe stare in questo autobus. Sono 85 i ...

Crisi? Sì, ma non per tutti.
La metà della ricchezza mondiale è detenuta da un gruppo di persone che potrebbe stare in questo autobus.
Sono 85 i super ricchi, secondo un rapporto di Oxfam, 85 persone che dall’inizio della crisi hanno visto il loro patrimonio aumentare. Le disuguaglianze, dal 2008 a oggi, sono cresciute in quasi tutti i paesi del mondo, mostra il rapporto dell’organizzazione non governativa.
La ricchezza dell’1% della popolazione più ricca ammonta a 100 trilioni di dollari, 65 volte più della metà povera della popolazione mondiale. Una concentrazione di risorse economiche che, secondo Oxfam, minaccia la stabilità politica e potrebbe portare a tensioni sociali.
In Europa il patrimonio totale delle 10 persone più ricche ammonta a 217 miliardi di dollari. Anche in paesi considerati più egualitari, come la Svezia e la Norvegia, si è avuto un aumento di oltre il 50% del patrimonio della parte più ricca della popolazione.
Dati su cui riflettere alla vigilia del Forum Economico Mondiale di Davos che si apre in Svizzera il 22 gennaio.
Scarica la relazione di Oxfam (.pdf in inglese)